Paul Newman in 15 foto imperdibili


Se Paul Newman leggesse il titolo di questo articolo, non gli piacerebbe. Una delle cose che l’essere umano newman odiava di più era essere lusingato per il suo fisico. Ha perso la battaglia: è considerato uno degli uomini più belli della storia. Paul Newman è morto nel Connecticut, negli Stati Uniti, nel 2008, all’età di 83 anni. Era nato nel 1925 in Ohio e conservava ancora quel fascino che ha esibito per tutta la sua carriera. A differenza di alcuni compagni di generazione, voleva vivere una vecchiaia naturale, lasciare che il passare degli anni facesse il suo lavoro e mostrare spontaneamente i solchi del suo corpo.

Quell’allergia che aveva alla vanità fuori dallo schermo era solita abbagliare quando si trovava davanti a una telecamera. Con uno stile beffardo, irradiava intelligenza, seduzione ed era un maestro nella posizione del corpo, a volte tritato, a volte raffinato. Basti ricordare alcuni dei suoi film che lo confermano: The Hustler (1960), Torn Curtain (1966), La leggenda dell’indomito (1967), Due uomini e un destino (1969) o Il colore del denaro (1986), che servì all’industria cinematografica per dargli un Oscar che aveva meritato molto tempo prima.

Alla fine degli anni Ottanta e quando l’attore era già negli anni Sessanta si vociferava che intendesse candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti. Oggi non sarebbe irragionevole pensare che un attore popolare proverebbe quell’avventura, ma anche in quel momento. Proprio in quel periodo occupò alla Casa Bianca un esatto ex attore, Ronald Reagan.

Pochi dubitano che Newman sarebbe stato un candidato (presumibilmente per il Partito Democratico, dal momento che ha mostrato uno spirito progressista e una lotta per i diritti sociali) con molte possibilità. “Se volessi davvero buttarmi in esso, tutte le ragioni per cui potrei essere votato sarebbero sbagliate. Ronald Reagan fu eletto perché sapeva leggere su un teleprompter. E non vorrei essere scelto per il semplice fatto di avere il colore degli occhi più appropriato”, ha risposto con la sua solita ironia in un’intervista a EL PAÍS.

Il 26 gennaio ricorre l’anniversario della sua nascita. Come omaggio a questa grande icona abbiamo selezionato alcune foto che riassumono la sua vita.

Anche nei suoi ultimi anni, Paul Newman sembrava interessante come un uomo con i suoi bicchieri da pasta e sfoggiava elegantemente le sue rughe. Qui appare in una felpa giovanile di una società da lui fondata, Newman's Own, un marchio che vendeva salse per condire insalate e altri prodotti alimentari. I profitti erano destinati alle opere sociali.
Anche nei suoi ultimi anni, Paul Newman sembrava interessante come un uomo con i suoi bicchieri da pasta e sfoggiava elegantemente le sue rughe. Qui appare in una felpa giovanile di una società da lui fondata, Newman’s Own, un marchio che vendeva salse per condire insalate e altri prodotti alimentari. I profitti erano destinati alle opere sociali.FOTO: GETTY IMAGES
Paul Newman con l'amore della sua vita, l'attrice Joanne Woodward. L'immagine è del 1959, quando erano sposati da un anno. Sono stati insieme per 50 anni, fino alla sua morte nel 2008. Ebbero tre figli. È ancora viva. Ha 89 anni.
Paul Newman con l’amore della sua vita, l’attrice Joanne Woodward. L’immagine è del 1959, quando erano sposati da un anno. Sono stati insieme per 50 anni, fino alla sua morte nel 2008. Ebbero tre figli. È ancora viva. Ha 89 anni.
Il grande dramma nella vita di Newman fu perdere suo figlio Scott per overdose quando aveva solo 28 anni. Da allora, l'attore ha dato soldi per aiutare i giovani tossicodipendenti. Questa immagine è del 1972. Paul e Scott sono su un circuito californiano a guardare una gara automobilistica.
Il grande dramma nella vita di Newman fu perdere suo figlio Scott per overdose quando aveva solo 28 anni. Da allora, l’attore ha dato soldi per aiutare i giovani tossicodipendenti. Questa immagine è del 1972. Paul e Scott sono su un circuito californiano a guardare una gara automobilistica.GETTY
Paul Newman a casa a studiare una sceneggiatura per un film. Studente vorticoso, fu espulso dal college per cattivo comportamento. Ha prestato servizio militare durante la seconda guerra mondiale. Quando è tornato, ha fatto domanda e ha finito la sua laurea in Economia. Ma la sua era un'altra cosa. Si iscrive al famoso Actor's Studio di New York per allenarsi alla recitazione.
Paul Newman a casa a studiare una sceneggiatura per un film. Studente vorticoso, fu espulso dal college per cattivo comportamento. Ha prestato servizio militare durante la seconda guerra mondiale. Quando è tornato, ha fatto domanda e ha finito la sua laurea in Economia. Ma la sua era un’altra cosa. Si iscrive al famoso Actor’s Studio di New York per allenarsi alla recitazione.FOTO: GETTY IMAGES
Può essere qualcuno "cool" che indossa mega-pantaloncini e calzini bianchi? Sì, puoi..., se ti chiami Paul Newman.
Può essere qualcuno “cool” che indossa mega-pantaloncini e calzini bianchi? Sì, puoi…, se ti chiami Paul Newman.FOTO: GETTY IMAGES
Paul Newman in una scena da 'La leggenda dell'indomito' (1967). Per questo film è stato nominato, così come per altri otto. Ha ottenuto l'Oscar come miglior attore solo nel 1986, per 'Il colore del denaro', quando aveva già 61 anni.
Paul Newman in una scena da ‘La leggenda dell’indomito’ (1967). Per questo film è stato nominato, così come per altri otto. Ha ottenuto l’Oscar come miglior attore solo nel 1986, per ‘Il colore del denaro’, quando aveva già 61 anni.FOTO: GETTY IMAGES
L'attore negli anni Settanta, indossa i baffi obbligatori (a quel tempo).
L’attore negli anni Settanta, indossa i baffi obbligatori (a quel tempo).FOTO: GETTY IMAGES
Questa immagine è stata scattata negli anni Sessanta, mezzo secolo fa. Ma potrebbe appartenere a qualsiasi campagna pubblicitaria di un marchio nel 2020. Ecco quanto era rabbiosamente moderno. E, tutto, senza provarci troppo.
Questa immagine è stata scattata negli anni Sessanta, mezzo secolo fa. Ma potrebbe appartenere a qualsiasi campagna pubblicitaria di un marchio nel 2020. Ecco quanto era rabbiosamente moderno. E, tutto, senza provarci troppo.FOTO: GETTY IMAGES
Paul Newman si sposò due volte. Il primo nel 1949 con Jackie Witte. Ebbero tre figli (tra cui Scott, che morì di overdose quando aveva 28 anni) e divorziarono nel 1958. Nello stesso anno sposò l'attrice Joanne Woodward, dalla quale ebbe altri tre figli.
Paul Newman si sposò due volte. Il primo nel 1949 con Jackie Witte. Ebbero tre figli (tra cui Scott, che morì di overdose quando aveva 28 anni) e divorziarono nel 1958. Nello stesso anno sposò l’attrice Joanne Woodward, dalla quale ebbe altri tre figli.FOTO: GETTY IMAGES
L'attore ha confessato che quando ha iniziato la sua carriera è stato spesso confuso con Marlon Brando. "Ho firmato circa 500 autografi fingendosi Brando", ha detto.
L’attore ha confessato che quando ha iniziato la sua carriera è stato spesso confuso con Marlon Brando. “Ho firmato circa 500 autografi fingendosi Brando”, ha detto.FOTO: GETTY IMAGES
Era l'unica eccezione per un appassionato di birra senza pancia. Li consumava ogni giorno. Gli studenti di Princeton hanno celebrato il Newman Day bevendo 24 birre in un giorno. Nella foto, l'attore nel 1975 arriva alla Film Society Of Lincoln Center (New York), dove gli è stato reso un omaggio, con una birra in mano.
Era l’unica eccezione per un appassionato di birra senza pancia. Li consumava ogni giorno. Gli studenti di Princeton hanno celebrato il Newman Day bevendo 24 birre in un giorno. Nella foto, l’attore nel 1975 arriva alla Film Society Of Lincoln Center (New York), dove gli è stato reso un omaggio, con una birra in mano.FOTO: GETTY IMAGES
Amava correre quasi più che recitare. Questo hobby ha portato la sua compagna, Joanne Woodward, a testa in giù. Lo odiavo partecipare alle gare.
Amava correre quasi più che recitare. Questo hobby ha portato la sua compagna, Joanne Woodward, a testa in giù. Lo odiavo partecipare alle gare.FOTO: GETTY IMAGES
"Probabilmente non era il miglior attore americano, o anche il migliore della sua generazione, ma era certamente l'attore più americano, il ragazzo i cui ruoli e la cui persona rappresentavano meglio il tenore dei suoi tempi e della sua gente", ha detto lo scrittore Shawn Levy, autore di "Paul Newman, the Biography" (Lumen).
“Probabilmente non era il miglior attore americano, o anche il migliore della sua generazione, ma era certamente l’attore più americano, il ragazzo i cui ruoli e la cui persona rappresentavano meglio il tenore dei suoi tempi e della sua gente”, ha detto lo scrittore Shawn Levy, autore di “Paul Newman, the Biography” (Lumen).
L'attore in 'La leggenda dell'indomabile', con l'apribottiglie appeso al collo.
L’attore in ‘La leggenda dell’indomabile’, con l’apribottiglie appeso al collo.FOTO: GETTY IMAGES

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *