Roberto Nobile, morto l’attore: aveva interpretato Parmesan in “Distretto di Polizia” e Nicolò Zito in “Montalbano”

86

Il mondo del cinema piange la scomparsa di Roberto Nobile, noto attore amato dal pubblico per i suoi ruoli in fiction come Il Commissario Montalbano e Distretto di Polizia. L’attore si è spento a Roma all’età di 74 anni; era nato a Verona nel 1947 ma aveva origini familiari ragusane. Nella sua lunga carriera ha partecipato a numerose fiction televisive.

Nei panni di Nicolò Zito, giornalista della televisione locale della cittadina immaginaria di Vigata, nella serie tratta dai romanzi di Andrea Camilleri, No è ​​stato amico e prezioso collaboratore del commissario interpretato da Luca Zingaretti. Originario di Verona ma di origini ragusane, Nobile ha lavorato anche per il grande schermo diretto da registi come Gianni Amelio e Giuseppe Tornatore. Ha esordito al cinema nel 1984 grazie a Pupi Avati con “Festa di laurea”.

Tra i film ai quali ha preso parte spicca “Stanno tutti bene” di Tornatore mentre con Nanni Moretti ha recitato in “Caro Diario”, ne “La stanza del figlio” e in “Habemus Papam”. Ha lavorato pio anche in “Caos calmo” di Antonello Grimaldi e «Porte aperte» di Gianni Amelio ed è stato diretto da Daniele Luchetti nel film “La scuola” del 1995. In televisione, oltre al “Commissario Montalbano”, Nobile è stato un volto noto ne “La Piovra7” e “La Piovra 8”, “Distretto di Polizia” mentre la sua ultima apparizione risale al 2020 quando ha lavorato nella serie “Gli orologi del diavolo”. A teatro, è stato in scena con Silvio Orlando nella versione teatrale di ‘La scuolà e ultimamente nella commedia “Si nota all’imbrunire”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.