Scopriamo chi è Davide Miotti, la guida alpina morta sulla Marmolada: dispersa anche la moglie Erica, hanno due figli

17

Secondo il titolare di Tezze ‘Up and Down Sports’ Davide Miotti, esperto alpinista, la vittima della tragedia di ieri sul ghiacciaio della Marmolada è la prima ad essere confermata.

Sei persone sono morte e otto sono rimaste ferite quando ieri, 3 luglio, un seracco di ghiaccio sul versante della Marmolada si è schiantato contro i turisti. Altre diciassette persone non sono ancora state rintracciate.

Chi era Davide Miotti

La guida alpina Davide Miotti, 51 anni, titolare del negozio “Up and Down Sport” e molto conosciuto perché scalatore di vette da oltre 25 anni, è stato identificato tra i morti. Sulla Marmolada aveva accompagnato i compagni di cordata in diverse occasioni negli ultimi giorni, come si legge sulla sua pagina Facebook.

All’inizio della scorsa settimana, “Photonic Marmolada” ha pubblicato le foto della sua ultima spedizione. Sul Sassolungo, la cima più alta di Lavaredo, ha catturato le immagini cinque giorni fa. “Abbiamo fatto un weekend di percorsi semplici in uno dei siti più evidenti del patrimonio Unesco”, ha scritto. Con lui c’era anche Erica Campagnaro, scomparsa dopo l’incidente. La coppia ha due figli di 25 e 16 anni.

Davide Miotti, a sinistra

Sei persone hanno perso la vita, otto sono rimaste ferite e diciassette sono irreperibili dopo che un incendio si è propagato in un ristorante sul Monte Baldo, una montagna del nord Italia. Le squadre del soccorso alpino stanno utilizzando droni e termocamere per cercare i dispersi. I proprietari dei veicoli nei parcheggi sono stati identificati per rintracciare le persone rimaste indietro. Tra i dispersi ci sono quattro vicentini, tre escursionisti della sezione Cai di Malo e una guida. Tra loro ci sono Paolo Dani di Valdagno e Filippo Bari, 27enne residente a Malo e padre di un bambino.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.