Sfregiata con un coltello al volto a soli 12 anni: si cerca il fidanzato 17enne

27

Una bambina di 12 anni ha subito uno sfregio al volto a causa di una ferita da taglio ed è stata curata prima al Pellegrini e poi al Santobono, ma non è in pericolo di vita.

Per motivi ancora da accertare, una ragazzina apparentemente di 12 anni è stata gravemente ferita al volto con un coltello durante una notte di sangue a Napoli. La storia, per il momento, ha una sola certezza: una ragazzina segnata a vita, sia fisicamente che mentalmente. Intorno all’1.30 di questa notte, una bambina è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Pellegrini con una grave ferita. I Carabinieri del Nucleo Operativo di Napoli Centro e della Sezione di Intervento Operativo (SIO) sono stati prontamente avvisati e si sono precipitati in ospedale.

Una profonda ferita, evidentemente causata da un’arma da taglio, ha ferito la bambina. I medici l’hanno operata immediatamente e non sembrava in pericolo di vita. Le previsioni iniziali erano che avrebbe riportato danni permanenti al viso dopo 30 giorni. Trasferita all’ospedale pediatrico Santobono, la bambina è stata dimessa quando le sue condizioni sono migliorate. A causa delle indagini in corso e dello stretto riserbo mantenuto dai Carabinieri, le circostanze e la dinamica dell’incidente rimangono sconosciute. Non si sa ancora chi abbia sgozzato la ragazzina: gli inquirenti tengono per sé le loro teorie.

Dietro il mistero, le forze dell’ordine potrebbero essere alla ricerca di un ragazzo di 17 anni, descritto come aggressore dalla stessa giovane donna, che avrebbe agito per gelosia. Il giovane sarebbe latitante e non sarebbe stato rintracciato. L’Ansa riporta che le forze dell’ordine vorrebbero parlare con lui per capire meglio la sua posizione. Secondo l’Ansa, la giovane avrebbe detto alle forze dell’ordine e agli operatori sanitari che l’aggressore era il suo “fidanzato” e che “motivi di gelosia” hanno motivato l’aggressione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.