Studentesse 15enni violentate nei bagni della piscina

25

Secondo una delle vittime, due studentesse di 15 anni sono state costrette a seguire un gruppo di ragazzi più grandi nei bagni di una piscina, dove sono state aggredite. L’episodio, avvenuto un mese fa in provincia di Cuneo, è stato definito un atto di violenza.

Due ragazze sono state presumibilmente aggredite sessualmente da un gruppo di adolescenti mentre andavano in bagno dopo essere uscite da una piscina a Nuova Delhi giovedì. Secondo gli investigatori, le ragazze sono state inizialmente vittime di scherzi e gesti sessuali da parte di un gruppo di ragazzi un po’ più grandi, ma i giovani avrebbero rubato loro gli occhiali da sole e i cellulari, insinuando: “Se li volete indietro, dovete venire con noi in bagno”. Le ragazze, tuttavia, sono andate in bagno, dove avrebbero subito abusi sessuali.

La madre di una delle due vittime ha notato che la figlia si comportava in modo diverso. Le ha chiesto cosa non andasse e le ha chiesto di aprirsi con lei. La quindicenne le ha quindi raccontato della violenza sessuale e la denuncia è stata presentata alla polizia. Gli investigatori stanno cercando di scoprire i nomi dei membri del branco di lupi. Non si sa come sia compatibile l’affermazione delle ragazze che erano tutte “tatuate” o come sia possibile che nessuno si sia accorto di nulla in una piscina pubblica.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.