Uccise Luigi Casati con 4 colpi di pistola, ora esce di galera: “Incapace di intendere e di volere”

19

Silvana Erzembergher, la donna di 71 anni che lo scorso 28 aprile ha ucciso il suo vicino di casa Luigi Casati sparandogli quattro colpi di pistola, sarà rilasciata dal carcere.

Silvana Erzembergher, donna di Treviglio, è stata accusata di omicidio dopo aver sparato quattro volte al vicino di casa Luigi Casati, 61 anni, lo scorso 28 aprile, mentre era seduto nella sua auto nel parcheggio condominiale. Il filmato mostra Casati che viene colpito davanti alla moglie, che rimane gravemente ferita. Poiché il crimine è stato ripreso, sono state le persone che hanno registrato l’incidente ad allertare la polizia.

La decisione di rilasciare l’omicida, che al momento dell’omicidio è stato giudicato infermo di mente dopo una perizia psichiatrica richiesta dal pubblico ministero Guido Schininà, è stata presa dopo che è stato valutato come incapace di intendere e di volere al momento dell’omicidio. A Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova, il giudice per le indagini preliminari ha appoggiato la richiesta del pubblico ministero di trattenere Erzembergher presso la Rems (Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza). Tra sei mesi verrà rivalutato il suo stato di salute mentale. Attualmente è considerata un pericolo per la società.

Gli investigatori hanno ricostruito gli eventi della furia di Erzembergher e sembra che in passato abbia aggredito i coniugi Casati. Per esempio, alcuni anni fa Erzembergher avrebbe colpito la signora Casati con un bastone, ferendola. Non è noto se i coniugi Casati abbiano o meno sporto denuncia, poiché non è mai stata sporta alcuna accusa. Sebbene gravemente ferita, Monica Casati sopravvisse all’aggressione omicida di Luigi Erzembergher. Fu ricoverata in ospedale per qualche tempo, ma dopo il suo rilascio fu dichiarata fuori pericolo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.