Home » Cronaca & Calamità » Ammalato e senza lavoro tenta il suicidio in comune

Ammalato e senza lavoro tenta il suicidio in comune

118Ciro Avitabile, 61 anni, di Afragola, sposato, padre di quattro figli e 250 euro di reddito mensile ha tentato oggi di darsi fuoco oggi nell’androne del Comune cospargendosi di benzina. L’uomo è ammalato, senza lavoro e disperato per una promessa mancata di lavoro, fattagli dall’ex sindaco Vincenzo Nepoli (ex senatore Pdl, ai domiciliari per riciclaggio). La tragedia è stata evitata grazie all’intervento di Domenico Caputo, vigile urbano che si è avventato sull’aspirante suicida sottraendogli l’accendino ed evitando che desse fuoco al carburante, parte del quale è stato gettato anche verso il casco bianco. Portato in ospedale dal 188, l’aspirante suicida è stato presso dimesso e consegnato ai familiari.

Loading...

Altre Storie

Con l’auto sulla folla: «Volevo ammazzarne tanti»

«Volevo ammazzarne di più», dichiara stralunato al pm Stefano Latorre che va a interrogarlo nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *