Home » Varie & Avariate » Appendice non è un organo inutile ma è una riserva di batteri buoni: scoperta l’utilità dell’organo

Appendice non è un organo inutile ma è una riserva di batteri buoni: scoperta l’utilità dell’organo

Da sempre ci si è interrogati sull’utilità dell’appendice e finalmente oggi sembra essere arrivata una risposta che di certo ha chiarito tanti dubbi. Innanzitutto, iniziamo col dire che l’appendice altro non è che una formazione tubulare facente parte dell’intestino crasso ed appartiene al segmento prossimale noto come cieco; l’appendice si trova nello specifico sotto la valvola ileo-cecale nella superficie dell’intestino cieco ed ha la forma di un piccolo tubo cilindrico lungo dai 5 ai 9 cm e largo 7 mm. Questa è composta dall’estero verso l’interno da rivestimento esterno sieroso, tonaca muscolare, tonaca sottomucosa e tonaca mucosa. Tornando al quesito iniziale, che funzione ha l’appendice nel nostro corpo? Contrariamente a quanto si possa immaginare, l’appendice non è proprio un organo inutile ma contribuisce a regolare il sistema immunitario e funge, nel contempo, da riserva di batteri buoni da utilizzare quando quelli che normalmente abitano l’intestino scarseggiano. E’ questo quanto sostanzialmente dichiarato da un gruppo di ricercatori della Midwestern University in Arizona e pubblicato dalla rivista dell’Accademia delle Scienze francese Comptes Rendus Palevol.

I ricercatori, nello specifico, sembra abbiano effettuato uno studio sui mammiferi trovandone 533 specie che sono dotate di appendice, specie che vivono in tutti i continenti con diete molto differenti l’una dall’altra. Secondo i ricercatori, dunque, gli animali che hanno l’appendice hanno una più alta concentrazione di tessuto linfoide nel cieco, la quale di intestino da cui si sviluppa l’appendice; i ricercatori, hanno ancora aggiunto che questo tipo di tessuto è pieno di cellule che suscitano una reazione immunitaria quando il corpo è sotto stress. Tornando all’appendice degli animali, questa sembra presentare concentrazioni di batteri intestinali buoni che potrebbero rimpiazzare quelli perduti a causa di terapie antibiotiche. Lo studio in questione, dunque, risulta essere molto importante visto che al momento sembra essere alquanto sconosciuti e misteriosi i reali effetti dei batteri presenti nella flora intestinale. Molti animali hanno l‘appendice, compreso le scimmie e i conigli e molti di loro pare utilizzano questo organo come parte del sistema digestivo.

“Dallo studio emerge che anche se possiamo vivere senza appendice questo organo dà benefici al sistema immunitario e alla flora batterica”, concludono gli autori. L’essere umano, può comunque vivere senza questo organo e questo avviene per lo più nei casi in cui l’appendice si infiamma e si verifica dunque quella che viene definita l’appendicite. Con questo termine si intende uno stato patologico molto frequente che richiede un trattamento chirurgico anche piuttosto celere.L’appendicite può essere acuta e cronica, e colpisce entrambi i sessi, a tutte le età ma soprattutto nel 2° e 3° decennio di vita. Nel caso in cui si verifichi un’appendicite acuta, i sintomi più frequenti sono i seguenti, ovvero: dolore, nausea con tanto di vomito o anoressia presenti in misura diversa, disturbi dell’alvo e nello specifico può presentarsi diarrea e stipsi, e solitamente uno stato febbrile con la temperatura sui 38°C.

Loading...

Altre Storie

Scadenza brevetti, farmaci low cost: anche il Cialis

Quest’anno scadranno i brevetti di ben 14 farmaci, per cui sarà possibile acquistare i farmaci generici …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *