Home » Scienze & Ignoto » AspireAssist Shock, quando la dieta diventa estrema: tubo nello stomaco aspira il cibo

AspireAssist Shock, quando la dieta diventa estrema: tubo nello stomaco aspira il cibo

C_2_fotogallery_3002640_3_imageIl robot nello stomaco. In sintesi il meccanismo “rivoluzionario” in tutti i sensi per dimagrire. E c’è chi l’ha già ribattezza dieta “drastica” o addirittura “apocalittica”. Metodo Made in Usa e prevede l’istallazione nello stomaco di un apparecchio simile a un robot. Si tratta di un dispositivo capace di aspirare all’incirca un terzo del cibo che viene ingerito durante un pasto e lo fa direttamente dallo stomaco. Nel nome del “meccanismo” sta il programa: si chiama AspireAssist e ha avuto l’ok dalla rigorosa Food and drug administration (Fda), ovvero l’agenzia che regola e controlla la commercializzazione di alimenti e farmaci in tutti gli Stati d’America. Ma come funziona?
 Il cibo una volta incamerato nello stomaco viene ‘tirato fuori’ letteralmente mediante l’attivazione di un tubo di gomma preventivamente inserito nello stomaco del paziente con un intervento chirurgico. Venti minuti dopo la conclusione del pasto è il tempo in cui il “robottino” entra in funzione. A questo punto, i due terzi del cibo ingerito vengono lasciati nello stomaco in quanto – spiegano i ricercatori che hanno messo a punto il dispositivo –  sono considerati più che sufficienti per alimentare la persona e garantire tutto l’apporto nutritivo di cui l’organismo ha bisogno, mentre il resto viene espulso dal meccanismo. In questo modo, viene evitato l’accumulo adiposo che determina i chili di troppo e in molti casi, anche l’obesità. La funzione avviene in pochi minuti e si conclude con l’immissione di acqua nello stomaco proprio per eliminare completamente i residui alimentari che possono essere rimasti: in pratica, una sorta di “lavaggio” dello stomaco.
Va detto però che la procedura è prevista solo in casi gravi di sovrappeso e di obesità. Non a caso, gli ‘inventori’ di Aspire Bariaatrics osservano che “si tratta di un sistema che incoraggia la scelta di cibi più salutari, di porzioni più piccole e di uno stile di vita sano”. I test del macchinario sono stati già eseguiti su un campione di persone che dopo un anno di trattamento hanno fatto registrare una perdita di peso corporeo pari al 12 per cento.
Da parte sua l’authority che sovrintende commercializzazione di alimenti e farmaci ha stabilito che la nuova procedura è consentita solo a persone obese e in sovrappeso che non riescono a smaltire i chili di troppo in un altro modo. Come dire: una sorta di ‘ultima spiaggia’ per tornare in forma.

Una buona notizia per tutte le persone che purtroppo non fanno altro che fare diete senza ottenere grandi risultati o che non riescono proprio a dimagrire neanche un grammo nonostante diete piuttosto rigide tanto sport.La novità arriva direttamente dagli usa, dove vivono molti obesi e per questo ormai da anni gli studiosi stanno cercando di offrire una soluzione che possa essere davvero efficace per contrastare i chili di troppo.

La novità si chiama AspireAssist, e si tratta di un tubo di gomma che aspira un terzo degli alimenti ingeriti prima della digestione. Questo dispositivo sarebbe infatti in grado di aspirare dallo stomaco almeno un terzo del cibo che è stato ingerito nel corso di un pasto e consentirebbe così di far perdere peso al soggetto che se lo è fatto installare a livello addominale. AspireAssist, ha appena ricevuto l’approvazione da parte della Fda (Food and drug administration), l’agenzia che regola la commercializzazione di alimenti e farmaci in America.Vi starete chiedendo come possa funzionare questo nuovo meccanismo chiamato AspireAssist?

Dopo l’impianto, dovrebbe occuparsi di aspirare parte del cibo che viene ingerito e per farlo si servirebbe di un tubo di gomma che viene inserito nello stomaco del paziente attraverso un’operazione di chirurgia.Nello specifico AspireAssist entrerebbe in azione appena dopo venti minuti dalla fine del pasto agendo dapprima con un pompaggio di acqua nello stomaco in modo che questo possa essere liberato da residui di cibo evitando di farli assumere dal corpo. “Si tratta di un sistema che incoraggia la scelta di cibi più salutari, di porzioni più piccole e di uno stile di vita sano“, hanno spiegato gli sviluppatori della Aspire Bariaatrics. Questo sistema, sostanzialmente si pone l’obiettivo di contribuire ad evitare all’organismo di accumulare peso oppure di perderne molto, lasciando la giusta quantità all’interno dell’organismo per poter svolgere le funzioni quotidiane. AspireAssitn sembra essere indirizzato per lo più agli obesi o ai soggetti in forte sovrappeso, e questo semplicemente perchè questi soggetti presentano delle difficoltà a perdere peso seguendo altre modalità.

 Il vice direttore della FDA, Dr. William Maisel, ha spiegato: “I pazienti devono essere periodicamente monitorati dal loro fornitore di assistenza sanitaria e dovrebbero seguire uno stile di vita che li aiuti a sviluppare sane abitudini alimentari per ridurre l’apporto calorico”. Come abbiamo anticipato sarà un trattamento da effettuare con l’aiuto di equipe medica specializzata che consentirà una perdita di peso notevole e importante per chi soffre di problemi gravi. Inoltre questo nuovo macchinario non invoglia a mangiare schifezze e soprattutto permette di non esagerare con le quantità; secondo quanto riferito dai ricercatori sembra che lo scopo pian piano sia quello di educare ad uso consapevole del cibo con porzioni più piccoli e alimenti di qualità superiore.

Mantenere il proprio peso forma evitando di ingrassare grazie ad una dieta controllata è qualcosa che può rivelarsi fondamentale per la salute delle persone, evitando di ingrassare e riducendo quindi i rischi che possono derivare dal sovrappeso o da vere e proprie patologie come l’obesità, ma al tempo stesso quella della dieta può diventare per alcuni una vera e propria ossessione.

Esistono una quantità impressionante di diete di ogni genere, più o meno efficaci, che in comune hanno quasi sempre solo la promessa di far perdere peso. Dagli Stati Uniti, nelle ultime settimane, è tuttavia arrivata una novità approvata dalla Food and Drug Administration, l’ente che si occupa di approvare la vendita di prodotti alimentari e farmaci negli USA, che promette di facilitare la perdita di peso grazie ad un dispositivo che, installato nel corpo del paziente, riesce letteralmente ad aspirare il cibo in eccesso direttamente dallo stomaco.

Il dispositivo in questione si chiama AspireAssist ed è sviluppato dalla società Aspire Bariatrics. Il funzionamento sembra alquanto semplice. AspireAssist è composto da un tubicino collegato chirurgicamente allo stomaco del paziente. Trascorsi circa 30 minuti dalla conclusione del pranzo, il dispositivo può essere attivato per circa 10 minuti, aspirando fino a un terzo del cibo ingerito mantenendo la quantità sufficiente a dare il giusto apporto di calorie ed eliminando quello in eccesso. Al termine dell’aspirazione, il processo si chiude con il pompaggio di acqua per eliminare eventuali residui degli alimenti.

La FDA ha condiviso i risultati di una ricerca condotta su 111 persone alle quali è stata prescritta una terapia per condurre un appropriato stile di vita, insieme all’uso di AspireAssist, ed un secondo gruppo di 60 persone che con la medesima terapia, non ha invece utilizzato il dispositivo. I risultati hanno mostrato come il gruppo che insieme alla terapia ha usato AspireAssist, dopo 1 anno è riuscito a perdere circa il 12.1% del proprio peso corporeo, contro il 3.6% perso invece dal secondo gruppo, dimostrando quindi la validità del prodotto. E’ importante sottolineare, tuttavia, come AspireAssist sia un dispositivo destinato esclusivamente a persone con gravi problemi di obesità che hanno bisogno di dimagrire ma non riescono a farlo in altro modo, se non affidandosi alla chirurgia. Con l’approvazione ottenuta dalla Food and Drug Administration, l’AspireAssist verrà quindi presto commercializzato negli USA.

Va detto però che la procedura è prevista solo in casi gravi di sovrappeso e di obesità. Non a caso, gli ‘inventori’ di Aspire Bariaatrics osservano che “si tratta di un sistema che incoraggia la scelta di cibi più salutari, di porzioni più piccole e di uno stile di vita sano”. I test del macchinario sono stati già eseguiti su un campione di persone che dopo un anno di trattamento hanno fatto registrare una perdita di peso corporeo pari al 12 per cento.
Da parte sua l’authority che sovrintende commercializzazione di alimenti e farmaci ha stabilito che la nuova procedura è consentita solo a persone obese e in sovrappeso che non riescono a smaltire i chili di troppo in un altro modo. Come dire: una sorta di ‘ultima spiaggia’ per tornare in forma.
Loading...

Altre Storie

Vitamina D, livelli bassi possono portare alla Sclerosi Multipla

Oggi parleremo di quali sono i rischi della carenza da vitamina D. Come forse saprai, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *