Catania, nuova aggressione a un medico del pronto soccorso

Lo dichiara l’onorevole Salvo Giuffrida, di Sicilia democratica, a seguito della nota inviata dal presidente dell’Aasi, Associazione Autisti Soccorritori Italiani, Stefano Casabianca, nella quale dichiarava piena solidarietà al medico aggredito al pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi di Catania, e ribadiva con forza la necessità di affrontare il tema della prevenzione e delle misure da adottare per tutelare il personale del SSR.

L’ennesimo episodio di aggressione ai dirigenti dei MCAU della Sicilia s’inscrive in una scia di attacchi e violenze, che da molti mesi, se non da qualche anno, rendono irrespirabile il clima dei Pronto Soccorso minando la serenità di tutto il personale medico e sanitario. Una segnalazione telefonica partita proprio dal pronto soccorso del Garibaldi ha poi avvertito le forze dell’ordine che si sono precipitate a bordo di una Volante per bloccare l’assalitore. “E continuerà a farlo”.

Immediato l’intervento della Polizia giunta sul posto, che ha condotto l’uomo in questura. “Quello che accade sempre più frequentemente nei nosocomi cittadini è lo specchio del crescente disagio della nostra città, di una società sempre più degradata, povera di risorse e di valori”. Secondo Bianco “occorre abbassare i toni, fare una scelta di campo per il rispetto delle regole, in particolare quelli della civile convivenza, bandire la barbarie. Dobbiamo far prevalere, tutti insieme, facendo squadra – ha concluso Bianco – la Catania gentile, colta, accogliente, che non può essere sporcata da questi episodi”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *