Home » Cronaca & Calamità » “Ci sarà terremoto catastrofico al Sud”, l’INGV smentisce

“Ci sarà terremoto catastrofico al Sud”, l’INGV smentisce

Nei giorni scorsi l’ENEA ha lanciato l’allarme. Per Alessandro Martelli, direttore dell’ente pubblico di ricerca, un forte terremoto, di magnitudo 7.5 (più potente, dunque, di quelli emiliani), si verificherà presto nel Sud Italia. L’eventuale scossa, le cui conseguenze sarebbero catastrofiche, dovrebbe riguardare in particolare Calabria e Sicilia, zone storicamente a rischio. La previsione, che si basa su complicati algoritmi che non saremmo in grado in spiegare, ha suscitato il panico sui social network.

Ma per il sismologo Stefano Gresta, direttore dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, non c’è motivo di creare allarme, anche perché i margini di incertezza sono troppo elevati per potere dare alla gente ordini di evacuazione.

“Sappiamo che la Sicilia orientale è ad alto rischio sismico, ma lo sappiamo non perché ora sarebbe stato messo a punto un esperimento scientifico, ma da quello che ci dice la storia – ha detto Gresta al quotidiano la Repubblica.Le previsioni attualmente hanno un margine di errore e di incertezza troppo ampio per poter essere utilizzate nella pratica. E chi ha fatto quelle previsioni non ha detto quanti falsi allarmi ha generato negli anni quello strumento, quante volte è stato previsto un evento che poi non si è verificato. E che facciamo – aggiunge il direttore dell’INGV – spostiamo milioni di persone per due anni e blocchiamo mezza Italia per un evento che magari poi non si verificherà?”

Secondo Gresta, alcuni scienziati diffondo certi dati prevalentemente per ragioni di tornaconto economico: “Bisogna fare attenzione a chi fa allarmismo e per quali fini. Fare prevenzione è giusto e va fatto prima possibile, ma non può essere un solo Ente a ricevere i fondi per farla”.

Loading...

Altre Storie

Meteo, le previsioni dal 24 al 26 novembre

Ma sarà mercoledì la giornata più intensa di maltempo. E’ arrivato il weekend che le previsioni meteo dei principali siti …

One comment

  1. Ok MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina San Morando

    L’Italia belin è da sempre a rischio sismico ma oggi ancora sono presenti e fatte strutture senza certificazione antisismica pertanto potenzialmente pericolosi, tra capannoni privati e palazzi vi è pure sempre senza certificazione antisismica: più SCUOLE ed ASILI PUBBLICI ITALIANI..ospedali, piscine pubbliche Comunali, palestre ecc.ecc. dopo i terremoti vittime e feriti si aprano dopo le interminabili solite inchieste all’Italiana,E belin Scandal Italy di fatto continua ..
    Morando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *