Guardia di Finanza nelle sedi dei partiti

Più controlli della Guardia di Finanza nelle sedi dei partiti

Carlo Sibilia sul blog di Beppe Grillo invoca – e provoca – la Guardia di Finanza affinché si rechi nelle sedi dei partiti, per controllare come i soldi pubblici vengano gestiti al loro interno.

La richiesta arriva a seguito della nuova decisione del parlamento di garantire ancora finanziamenti ai partiti per un ammontare di 45,5 milioni di euro. Tutto questo denaro per di più non è rendicontato, ma viene gestito a seconda delle esigenze che la direzione centrale del partito ritiene di volta in volta cruciali.

Provate voi a non fare una fattura, provate voi a non emettere uno scontrino, provate voi a sbagliare una dichiarazione dei redditi, Equitalia è già pronta a pignorarvi il negozio e la casa.
Per i partiti? Per i partiti non vale la stessa legge. Tanto la legge se la modificano loro come e quando vogliono. Non li dovete votare, li dovete schifare.
Perché Equitalia non arriva mai ai partiti?
La Guardia di Finanza dovrebbe controllare le loro ruberie e sbatterli tutti in galera, altrimenti, tempo 3 mesi, e il Pd farà una legge per non far pagare le tasse ai suoi deputati
“.

Il tutto per di più arriva a fronte delle delibere degli Uffici di presidenza della camera e del Senato i quali avevano in agosto congelato i versamenti.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*