Home » Politica & Feudalesimo » La Casta spreca ancora: 24 milioni per due concorsi interni alla Polizia

La Casta spreca ancora: 24 milioni per due concorsi interni alla Polizia

ITALY-POLITICS-BERLUSCONI-TRIAL-TAX FRAUDNon ci sono i soldi per nulla, ma per gli sprechi della Casta i fondi si trovano sempre. È la denuncia della deputata del Movimento 5 Stelle, Dalila Nesci: “Il ministero dell’Interno vuole spendere per forza 24 milioni di euro per due concorsi interni in polizia, evitando lo scorrimento delle graduatorie esistenti che avevamo suggerito al ministro Angelino Alfano”, dice la giovane calabrese.

Stamani alla Camera, la deputata pentastellata ha illustrato un’interpellanza urgente su due maxi concorsi pubblici per la copertura di circa 8000 posti di sovrintendente della polizia.

“Dei due nuovi concorsi si può fare a meno – spiega la Nesci – perché la legge lo permette. Inoltre, le valutazioni dei titoli previste dall’Interno saranno lunghissime, essendo 50 mila i candidati. Il Consiglio di Stato ha stabilito che il decreto attuativo del ministro comporterà una complicazione, per questo ha contestato molto il provvedimento. Invece, con lo scorrimento delle graduatorie si occuperebbero i posti vacanti, risparmiando quei milioni e raggiungendo in fretta l’obiettivo”.

Quei 24 milioni di euro, potrebbero essere spesi in diverso modo, sommandoli a tanti altri sperperi e andando ad aiutare magari famiglie e imprese in difficoltà. Da questo orecchio, però, PD e PDL non ci sentono.

“Nella replica, il viceministro Filippo Bubbico ha detto che il Ministero andrà avanti, senza un solo argomento per il mancato risparmio. È una riprova di come bruciano il denaro pubblico”, ha concluso Dalila Nesci.

Foto Getty Images – Tutti i diritti riservati

Loading...

Altre Storie

Jessica Ricci, la mamma incinta che ha fatto guerra al tumore

Torna dal viaggio di nozze Jessica Ricci una ragazza ventinovenne di Molinella. Una notizia bellissima, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *