Home » Politica & Feudalesimo » Magistratura italiana: è record di prescrizioni

Magistratura italiana: è record di prescrizioni

silvio-berlusconi2L’Italia detiene un altissimo tasso di corruzione, in Europa siamo lo stato che detiene il maggior numero di reati estinti in prescrizione. Una vergogna di cui se ne parla da tempo, di cui tutti si fanno portatori di un nuovo progetto riformista. Ma lo status quo rimane ed è fortissimo. Un pezzo di colpevolezza va ricercata però anche nel lavoro che quotidianamente la magistratura redige. Ma che si parli di un minimo di autocritica mai eh?

«L’Italia ha il triste primato in Europa del maggior numero di estinzioni del reato per prescrizione (circa 130.000 quest’ultimo anno) e paradossalmente del più alto numero di condanne della Corte europea dei Diritti dell’uomo per la irragionevole durata dei processi». Si è aperto così l’anno giudiziario a Milano con le parole del presidente della Corte di Appello di Milano Giovanni Canzio. Fra i presenti anche il presidente del Consiglio uscente Mario Monti.

I magistrati, poi, plaudono alle nuove norme anti-corruzione: «Vanno accolte con favore perché recano un chiaro messaggio di ripulsa degli attuali tassi di corruzione e si inseriscono negli sforzi di adeguamento del nostro Paese ai precetti internazionali delle convenzioni di Merida e Strasburgo».

Penitenziari pieni, condizioni di vita intollerabili per i detenuti, mancanza di dignità per i detenuti. Sono alcuni dei passaggi del discorso di Canzio sul sovraffollamento nelle carceri. La situazione è così grave «da mettere in dubbio la legittimità, nelle condizioni date, delle modalità di esercizio del diritto punitivo dello Stato».

Loading...

Altre Storie

Influenza shock: è allarme in Europa, in arrivo virus del “vomito e diarrea”

Mentre le temperature precipitano, i funzionari delle istituzioni sanitari britanniche lanciano l’allerta sostenendo che quest’anno …

2 comments

  1. ci credo, se sono così interessati a far politica ed entrare nella politica attiva non hanno tempo per quello che devono fare. ridurre i tempi dei processi? fino a quando c’è Berlusconi, è solo utopia. nessuna Legge in tal senso se va anche a vantaggio di Berlusconi. se poi andasse anche a vantaggio del cittadino normale, NO, chi se ne frega, purchè non se ne avvantaggi Berlusconi. Fino a quando c’è questo contro Berlusconi mi sa che le carceri saranno sempre piene. e poi, si parla di esuberi nella pubblica amministrazione. Perchè non li si utilizzano nelle Procure dove c’è carenza di personale? La verità è che alla Magistratura è stato dato troppo potere, si arrogano il diritto di fare le Leggi e invece sono dei servitori dello Stato che devono SOLO applicare le Leggi esistenti e non farne delle altre. Ne abbiamo fin troppe di Leggi. Credo in molti facciano confusione sull’indipendenza della Magistratura che non vuol dire fare le Leggi ma essere liberi da ogni ingerenza per applicare le Leggi che il Parlamento ha il diritto-dovere di approvare o modificare, qualora ce ne fosse bisogno. Non spetta a loro, non è loro compito fare quanto di competenza del Parlamento.

    • Zoff Gentile Cabrini

      Hai ragione su tutto.
      Su Berlusconi hai già detto tu, per il resto si può solo aggiungere:
      Garlasco, Yara Gambirasio, Danilo Restivo, ecc.: sempre tutti irrisolti.
      Restivo l’hanno incriminato dopo 19 anni, ma solo perché è stato processato a Londra per un delitto uguale, così ai nostri PM è venuto il dubbio che magari….Da 19 anni a Potenza tutti pensavano che fosse lui; tranne i giudici !
      Il delitto dell’Olgiata: dopo 25 anni i PM si sono ricordati che avevano le intercettazioni del colpevole, nel cassetto; le hanno ascoltate 25 anni dopo !
      Simonetta Cesaroni: hanno letto l’autopsia dopo 20 anni.
      Non ci sono più quei PM che passano le notti e le domeniche in ufficio a vagliare in modo certosino TUTTE le possibili prove.
      Oggi il magistrato arriva in ufficio dopo le 10, e va via alle 17.
      Per carità: sono persone importanti !
      Troppe chiacchiere e troppa boria, poca voglia di faticare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *