Home » Spettacoli & Oscenità » Mark Salling, ex Glee, in manette: l’accusa è davvero pesante
Mark Salling

Mark Salling, ex Glee, in manette: l’accusa è davvero pesante

Mark Salling in arresto, la polizia di los Angeles trova materiale scomodo nella sua abitazione

Mark Salling è davvero nei guai. Le autorità californiane hanno dichiarato che le’x attore di Glee è stato arrestato dalla polizia di Los Angeles per pedofilia. A dire il vero non ci sono prove che l’attore abbia avuto contatti diretti con minori, ma nella sua abitazione è stato trovato del materiale attinente, il che già basta perché le autorità possano disporre l’arresto del proprietario.
Una fonte della polizia del Los Angeles Police Department Internet Crimes Against Children Task Force – unità creata per la difesa dei minori in situazioni simili – ha affermato che l’attore è stato preso in custodia nelle prime ore di martedì, dopo che è stato avviato un mandato di perquisizione nella sua ex casa nella zona di Sunland.
I legali, rappresentanti di Mark Salling, al momento non hanno risposto alle richieste di commento sulla scomoda vicenda.
Mark Salling

Mark Salling nel 2013 aveva già avuto problemi con la legge

Mark Salling è conosciuto al grande pubblico per aver recitato nel ruolo di Noè “Puck” Puckerman nella serie TV musicale Glee, andata in onda per la prima volta su Fox nel 2009 fino al 2015.
Ha condiviso il premio Screen Actors Guild con il cast della seria, quando nel 2010 la serie è stata acclamanta per l’eccellente performance. Il ruolo di Mark Salling non è affatto causale, perché l’attore è anche un musicista e ha pubblicato il suo album di debutto “Pipe Dreams”, nel 2010.
Intanto da altre fonti si viene a sapere che questa non è la prima che Mark Salling ha a che fare con la legge in California. Nei primi mesi del 2013 è stato accusato per un’aggressione nei confronti di Roxanne Gorzela, avvenuta nel 2010. Salling ha ovviamente negato tutte le accuse e ha agito con una contro-querela nei confronti di Roxanne Gorzela. Alla fine fu il giudice del tribunale a dirimere la contesa, stabilendo che Salling dovesse pagare a Gorzela danni pari a 2,7 milioni di dollari.
Adesso però la ragione dell’arresto è ben più grave e difficilmente la star di Glee potrà cavarsela pagando una nuova multa, per quanto salata possa essere.

Loading...

Altre Storie

Sanremo, Baglioni dice si: Il cantautore firmerà lunedì nella doppia veste di direttore artistico e conduttore.

Claudio ci sarà. Dopo un lungo tira e molla (le trattative sembravano avviate alla chiusura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *