Matrimonio gay, pasticceria rifiuta di preparare le torte. Multati

Una pasticceria ha rifiutato di preparare le torte per un matrimonio gay. Multati di 135 mila dollari, ma loro non pagano

Una pasticceria dell’Oregon, Sweet Cakes By Melissa, si è rifiutata di preparare una torta nuziale per celebrare il matrimonio gay di due clienti donne, Laurel e Rachel Bowman-Cryer.
L’episodio, avvenuto due anni fa, ha avuto per il negozio – gestito dai coniugi Klein – delle conseguenze molto pesanti: lo stato ha oggi condannato la famiglia a pagare 135 mila dollari di risarcimento per aver discriminato la coppia, calpestandone i diritti civili.

I titolari della pasticceria hanno motivato il rifiuto di servire il catering per il matrimonio gay adducendo questioni religiose e hanno contestato tramite il loro legale il provvedimento.
La cosa sorprendente è che, come riporta il Daily News, i pasticcieri hanno ottenuto 500 mila dollari di donazioni attraverso il sito crowfunding da parte di sostenitori di tutto il mondo che hanno preso a cuore la loro battaglia. In sostanza, gli accusati si sono arricchiti grazie a questa vicenda, hanno venduto la pasticceria, ma non hanno ancora pagato il loro debito di 135 mila dollari per un cavillo burocratico.

La legge nell’Oregon è chiara:
Dal 2007 lo stato americano tutela il matrimonio gay e i diritti civili di tutti i suoi cittadini, indipendentemente dall’orientamento sessuale. L’unica eccezione viene fatta per le associazioni religiosi che comunque non possono discriminare potenziali clienti se oltre a costituirsi come associazione religiosa gestiscono parallelamente un’attività.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*