Home » Tecnologia e Diavolerie » Milano, 26enne multato per aver sostato con l’automobile in curva: era alla ricerca di Pokemon

Milano, 26enne multato per aver sostato con l’automobile in curva: era alla ricerca di Pokemon

Sono ormai diverse settimane che, sempre più persone vengono rapite dal nuovo gioco ormai sempre più di tendenza e che allo stesso tempo, sta facendo discutere ogni giorno sempre più. Stiamo nello specifico parlando di Pokemon Go ovvero il videogioco di tipo free-to-play basato su realtà aumentata geolocalizzata con GPS e sviluppato nello specifico da Niantic per i sistemi operativi mobili iOS e Android.

Tale videogioco ogni giorno sempre più cattura l’attenzione non solo dei più piccoli ma anche quella di molti adulti che negli ultimi giorni si stanno rendendo protagonisti di alcuni assurdi e folli comportamenti che stanno lasciando davvero senza parole molte persone. E’ questo il caso del giovane ragazzo cinese di soli 26 anni che, lo scorso lunedì sera 1° agosto 2016 precisamente intorno alle ore 23,30, è stato avvicinato da una pattuglia di polizia che, avendo notato un’automobile e nello specifico una Hyundai di colore grigio ferma alla curva che collega viale Elvezia con viale Giorgio, nei pressi di Parco Sempione nella città di Milano, si sono avvicinati appunto cercando di capire cosa stesse accadendo e soprattutto se il giovane avesse bisogno del loro aiuto.

Mai però, proprio glia agenti di polizia, si sarebbero sospettati di ricevere la risposta che il ventiseienne ha dato loro quando gli è stato chiesto come mai si fosse fermato in quel punto molto pericoloso. Il giovane infatti alla domanda delle forze dell’ordine sul perch il reato di violazione del Codice della strada per avere fermato il veicolo in curva, e nello specifico quella che collega, come precedentemente anticipato, viale Elvezia con viale Giorgio Byè si era fermato alla curva avrebbe precisamene risposto, senza pensarci molto, “Ero alla ricerca dei Pokémon”, parole queste piuttosto insolite e che, allo stesso tempo, hanno soprattutto lasciato senza parole gli stessi agenti che lo avevano avvicinato. La voglia di cercare Pokemon e di catturarli è però costata cara al ventiseienne cinese che è stato multato dagli agenti per un totale di 85 euro proprio per il fatto di avere fermato il veicolo in curva, posto questo piuttosto pericoloso non solo per lo stesso ma anche per tutti gli altri automobilisti che in quel momento si trovavano a viaggiare nella zona in questione.  Un posto questo in cui, la sosta anche se momentanea dell’automobile, avrebbe potuto causare anche pericolosi incidenti.

I poliziotti del Commissariato Centro, dopo essersi avvicinati al veicolo in sosta proprio nella curva hanno chiesto i documenti all’automobilista contestandogli il reato sopra citato e adesso, oltre a trovarsi adesso costretto a pagare un verbale di 85 euro ecco che proprio il ventiseienne dopo essere stato avvicinato e multato dalle forze dell’ordine ha dovuto anche dire addio all’idea di catturare un Pokemon proprio il quel punto esatto in cui si era fermato. 

Loading...

Altre Storie

WhatsApp, ultima truffa cellulare bloccato, la Polizia lancia l’allarme

Moltissimi utenti di smartphone hanno divulgato una nuova truffa attualmente presente sui propri telefonini. Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *