Papa Francesco: procedure divorzio più rapide per la chiesa

Papa Francesco annuncia di voler sveltire le procedure di divorzio e semplificare l’annullamento del matrimonio

L’annullamento del matrimonio per i cattolici sarà più semplice da ottenere, l’ha dichiarato Papa Francesco martedì in due lettere papali emanate con il nome di Motu proprio. Il pontefice intende così rendere la chiesa più funzionale e rispondente alle esigenze dei fedeli, eliminando lungaggini burocratiche e meccanismi farraginosi, ma non vuole incoraggiare il divorzio, come qualcuno ha già insinuato.
Fino ad oggi, le richieste di divorzio erano sottoposte a due tribunali diocesani. Adesso basterà una sola sentenza, emessa da un tribunale di vescovi locali che avranno il compito di giudicare le richieste di annullamento.

La procedura sarà particolarmente celere per le coppie la cui richiesta di annullamento avviene in maniera consensuale.

Secondo le nuove norme, il processo di udienza si terrà entro 30 giorni dalla richiesta, eliminando lunghi periodi di attesa.
Papa Francesco ha istruito inoltre i vescovi ad essere più accondiscendenti nei confronti dei coniugi che hanno abbandonato la fede cattolica e decidono di rompere la promessa fatta all’altare.

Lo scioglimento della promessa nuziale è da sempre considerato un tabù nella chiesa e per l’annullamento di un matrimonio è necessario poter dimostrare che uno dei due coniugi sia venuto meno al giuramento fatto all’altare, di onore, rispetto e fedeltà.

loading...
loading...

1 Comment

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*