Panico alla stazione Termini, stazione evacuata: scappa un italiano con fucile giocattolo

Sono stati momenti di paura quelli vissuti, nella serata di ieri 25 gennaio 2016, da numerose persone che si trovavano presso la stazione Termini di Roma dove un uomo è stato avvistato mentre passeggiava con tra le mani un fucile. L’uomo indossava un cappellino chiaro e teneva tra le mani un fucile mentre passeggiava tra i binari e la banchina seminando il panico tra i presenti.

Infatti proprio i passanti, presi dal panico, hanno iniziato a scappare a destra e sinistra all’interno della stazione in questione ed inoltre si sono anche recati all’esterno della stazione scappando nella direzione della piazza dei Cinquecento. Proprio in seguito alla segnalazione della presenza dell’uomo armato all’interno della stazione Termini ecco che la Polizia aveva immediatamente sospeso la circolazione del traffico dei treni per circa un ora. Il fatto è avvenuto, secondo quanto trapelato dalle prime indiscrezioni, intorno alle ore 19,00 e successivamente l’uomo è stato avvistato e controllato da un carabinieri in servizio su un treno diretto ad Anagni.

Il carabiniere infatti, resosi conto della presenza dell’arma, avrebbe fermato l’uomo, che secondo le prime indiscrezioni sarebbe un italiano di circa 40 anni con problemi psichici, e dopo averlo controllato e aver appurato che l’arma che teneva con lui era semplicemente un giocattolo e non sapendo dell’allarme lanciato alla stazione Termini di Roma, lo avrebbe lasciato andare. L’uomo, che al momento dei suoi avvistamenti era vestito con pantaloni scuri, giacca celeste, cappellino bianco e azzurro e scarpe a punta, è adesso ricercato dalla Polizia e nel caso in cui venisse trovato verrà accusato e dunque denunciato per “procurato allarme”. 

E proprio alcuni dei negozianti che possiedono un’attività all’interno della Stazione Termini di Roma hanno rilasciato alcune dichiarazioni in seguito all’accaduto raccontando di avere vissuto momenti di forte panico, ma nello specifico ecco quanto affermato “Abbiamo davvero avuto paura e sono stati momenti terribili, siamo scappati senza neanche chiudere il registratore di cassa”. Per fortuna però si è trattato solamente di tanto spavento senza alcuna conseguenza negativa in quanto, come sopra anticipato, l’arma che l’uomo teneva tra le sue mani destando parecchia paura e preoccupazione tra le persone presenti, altro non era che un giocattolo. Una brutta avventura assolutamente da dimenticare per tutti coloro i quali si sono trovati l’uomo armato davanti.

loading...
loading...

Lascia una tua opinione

Rispondi o Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*