Home » Cronaca & Calamità » Paura a Cervinia, funevia bloccata per il forte vento: in salvo tutti i 153 a bordo

Paura a Cervinia, funevia bloccata per il forte vento: in salvo tutti i 153 a bordo

Paura sulla funivia Plan MaisonCime bianche laghi che si trova nel comprensorio sciistico di Cervinia, in Valle d’Aosta: la telecabina è rimasta bloccata a causa del forte vento con i passeggeri che si trovano all’interno delle cabine ferme in quota. Circa 50/60 persone sono già state calate dalle cabine e portate in salvo. Le operazioni di soccorso procedono celermente e, secondo la guardia di finanza, dovrebbe terminare nel giro di poche ore. A terra un centinaio di persone fra guide alpine, addetti alle piste e personale qualificato della società che gestisce l’impianto. E sciatori costretti a rientrare on faticoso fuoripista. Il soccorso alpino, dopo alcune valutazioni, ha deciso di intervenire per l’evacuazione delle 12 cabine.

La telecabina di Cervinia bloccata va da Plan Maison, a quota 2.550 metri, a Cime Bianche Laghi a 2.800 metri di altezza. Inoltre, Corpo forestale valdostano, carabinieri, finanzieri e vigili del fuoco che hanno piazzato torri-faro per illuminare l’area. Lo ha detto all’Ansa Edilio Colaotto, turista di Genova, che da tanti anni frequenta le montagne della Valle d’Aosta. “Cumuli di neve alzati dal vento ci venivano contro – ha raccontato -“. Ero sulla seggiovia assieme ad un altro sciatore che si è aggrappato al seggiolino mentre le folate ci facevano ondeggiare. “Sono sceso a valle perché non era più possibile sciare”.

Una cinquantina di persone sono già state evacuate dalla telecabina di Cervinia rimasta bloccata a causa di un guasto provocato dal forte vento. Ovviamente sono intervenuti i tecnici ed è stato attivato l’elisoccorso, ma il vento impedisce o quantomeno rallenta le operazioni. E’ quanto si legge in un tweet della società che gestisce la telecabina dell’impianto Plan MaisonCime bianche laghi, nel comprensorio di Cervinia, in provincia di Aosta.

“Ero sulla seggiovia del Cretaz quando, all’improvviso, si è alzato un vento fortissimo. In tanti anni che vengo a Cervinia non ho mai visto una cosa simile” ha raccontato all’Ansa Edilio Colaotto, turista di Genova, che da tanti anni frequenta le montagne della Valle d’Aosta. La seggiovia si fermava continuamente, alla fine, quando siamo arrivati in cima, hanno chiuso l’impianto. Infine scenderanno sul tetto di ogni cabina, da dove caleranno a terra i passeggeri. Siamo fra i 2300 metri fino ai 2800.

L’operazione ha richiesto l’intervento di decine e decine di soccorritori appartenenti a Protezione civile, Soccorso alpino valdostano, Soccorso alpino della Guardia di finanza, vigili del fuoco con il “Gruppo fari” per l’illuminazione, Soccorso sanitario 118 con tre ambulanze, cinque medici e Nucleo Psicologi dell’emergenza, Corpo forestale della Valle d’Aosta, Croce rossa italiana, volontari di Protezione civile, VVf e 118, personale delle Funivie di Breuil-Cervinia e forze dell’ordine.

Loading...

Altre Storie

Aviaria, Hong Kong vieta l’import di pollo e uova da Padova

L’autorità sulla sicurezza alimentare di Hong Kong ha preannunciato nella giornata di ieri il blocco delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *