Home » Primo piano » Sindaco leghista nega cittadinanza ad indiana: “Non parla italiano”

Sindaco leghista nega cittadinanza ad indiana: “Non parla italiano”

Loading...
Paolo Mazzucchelli, sindaco leghista di Cairate (Varese), s’è rifiutato di concedere la cittadinanza italiana ad una donna indiana di 56 anni, Rani Pushpa, rea di non conoscere la lingua italiana. Mazzucchelli ha infatti giustificato con queste parole la sua decisione:

La persona che presta giuramento per ottenere la cittadinanza italiana deve saper parlare italiano lo prevede la legge, deve saper leggere la Costituzione. La signora Rani non era ancora pronta. Le ho quindi suggerito, durante un incontro cordiale a cui hanno partecipato anche la figlia e il genero, di iscriversi a un corso di italiano. Se la signora è pronta a recitare la frase in italiano, da parte mia non c’è alcuna opposizione.

La donna ha quindi deciso di ricorrere a vie legali, denunciando il comportamento del sindaco leghista, giudicato a suo modo “altamente discriminatorio” e rivolgendosi quindi agli avvocati. A favore della donna c’è l’accordo per il nullaosta trovato con Ministero e prefettura, a cui mancava soltanto il giuramento in Comune, il quale non s’è verificato proprio per la decisione ferma di Mazzucchelli.

Altre Storie

Con l’auto sulla folla: «Volevo ammazzarne tanti»

«Volevo ammazzarne di più», dichiara stralunato al pm Stefano Latorre che va a interrogarlo nel …

2 comments

  1. Non sono leghista ma do ragione al Sindaco di Cairate. Se volessi la cittadinanza in un altro Paese, devo dimostrare di conoscerne lingua, storia, tradizioni etc. La Rani Rushpa vorrebbe la cittadinanza italiana per qualche altro motivo, ma NON vuole minimamente integrarsi! Chissà se il Ministero e Prefettura le hanno scritto in inglese….

  2. Il sindaco è stato un po’ rigido.,ma fondalmentalmente ha ragione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *