Per spiegare Trump, Bersani ha detto che c’è una mucca in un corridoio

Ha usato una delle sue famose metafore per spiegare i risultati, dicendo che «il voto americano parla anche di noi».

Pier Luigi Bersani del Partito Democratico ha commentato su Twitter il risultato sorprendente delle elezioni americane  – vinte dal candidato Repubblicano Donald  Trump – usando una delle sue famose metafore.

Il voto americano parla anche di noi. Nel mondo che sta ripiegando verso la no globalizzazione, con il voto espresso in America fa si che si  affacciano protezionismi e pensieri aggressivi, verso le persone e le merci che vengono importate. Le istituzioni interpretano la fase antecedente al voto in via di superamento. Ovunque, e soprattutto in  Europa, c’è una nuova destra in fase di  formazione e che sara’una ondata nera che percorrerà tutta l’Europa, mettendo a rischio l’esistenza stessa dell’Unione Europea. Non è una destra liberista, ma una destra di protezione.

Se vogliamo impedirne il corso e’che vinca ovunque dobbiamo attrezzare una sinistra larga che abbandoni le retoriche blairiane, che ha fatto si’ e che il suo governo si sia spostato troppo a destra, non prestando sufficiente attenzione a tradizionali principi laburisti come la redistribuzione della ricchezza, delle opportunità, delle flessibilità, delle eccellenze e scelga la strada della protezione sulla base dei propri valori di uguaglianza.

Mettendo tutti e due i piedi fuori dalle istituzioni, e andando nelle periferie,rilanciando il diritto al lavoro,  le uguaglianze dell’individuo, difendendo i principi di base del lavoro universale secondo i quali davanti a bisogni fondamentali non ci può essere né povero né ricco. Si e perso troppo tempo a rincorrere utopie, perché il potere politico di oggi, prima di essere strumento al servizio dei cittadini significa  privilegi, agevolazioni, coperture,  prevaricazioni incontrollabili, guadagni  esorbitanti e scandalosi, non ci si deve poi meravigliare che un certo Trump sieda da il piu’potente del pianeta alla Casa Bianca. Non c’è da perdere tempo. Per dirla in bersanese: la mucca nel corridoio sta bussando alla porta.

.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*