Home » Cronaca & Calamità » Strage Brindisi, Beppe Grillo: “Bomba nell’aria, non ci sono coincidenze”
Beppe Grillo

Strage Brindisi, Beppe Grillo: “Bomba nell’aria, non ci sono coincidenze”

La strage di Brindisi ha provocato la morte di una studentessa, Melissa Bassi, e il ferimento di altri 7 ragazzi. Una è in condizioni gravissime. La strage che ucciso la studentessa dell’Istituto Falcone arriva nel ventennale di Capaci. In Puglia era attesa la carovana antimafia partita da Roma. Oggi è anche vigilia di elezioni: si torna al voto per i ballottaggi in un quadro politico molto frammentato.

Beppe Grillo ha commentato così: “Ancora una volta non siamo stati in grado di proteggere i nostri ragazzi. Gli italiani lo pensano e io lo dico: da tempo ci si aspettava una bomba come questa, era nell’aria elettrica come prima di un temporale. Le indagini ci diranno chi sono i colpevoli. La prima pista è quella della criminalità organizzata. Io spero che siano trovati i delinquenti che l’hanno collocata e i mandanti. Soprattutto i mandanti”.

Il blogger genovese non parla apertamente di strategia della tensione, ma fa intendere che i mandanti veri non vanno ricercati fra i mafiosi, per il semplice motivo che alla criminalizzata organizzata non giova tanta attenzione politica e mediatica. Che le mafie cerchino di uccidere il meno possibile – e il discorso vale ancora di più quando in mezzo ci vanno degli studenti liceali – è qualcosa che sostengono da tempo magistrati e autorevoli giornalisti d’inchiesta.

“Spero che Brindisi, che segue l’attentato a Adinolfi a Genova, non sia l’inizio di una militarizzazione del territorio, di leggi speciali, di neo terroristi e di depistaggi – dice Beppe Grillo. – Cui prodest (a chi giova, ndr) questo attentato? Alla criminalità brindisina il cui territorio sarà controllato da tutti corpi di Polizia per mesi? Alla mafia siciliana che si vendica così della commemorazione della morte di Falcone? Cui prodest – si chiede infine Grillo – la morte di una ragazza che andava a scuola?”

Loading...

Altre Storie

Tumore del pancreas: il vaccino italiano è la possibile cura

Per la lotta contro il tumore del pancreas, un approccio combinato tra nuove chemioterapie, nuovi farmaci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *