Home » Cronaca & Calamità » Terremoti in Italia 5,8° ed è catastrofe, in Giappone 6,8 e nessun danno

Terremoti in Italia 5,8° ed è catastrofe, in Giappone 6,8 e nessun danno

L’Emilia Romagna è stata ancora colpita dal terremoto. Il sisma più forte quello di stamattina alle 9,00 quando l’intensità è stata di 5,8 gradi della scala Richter. I morti accertati sono già 15, ma è possibile che il bilancio nelle prossime ore si faccia ancora più tragico. A crollare sono stati non solo gli edifici storici e le case vetuste, ma anche abitazioni e capannoni di recente costruzione.  Questo fatto è particolarmente inquietante. Da diversi decenni, infatti, il nostro paese ha approvato una legislazione antisismica, in base alla quale case e impianti industriali devono essere costruiti in maniera tale da reggere ai terremoti. Quando però la magnitudo dei terremoti supera i 5 gradi della scala Richter, siamo costretti e vedere macerie e contare morti e feriti.

Cos’è che non funziona? Sono le nostre norme a non essere sufficienti? Oppure la legislazione è severa, ma non viene rispettata da ingegneri, architetti e imprese edili? E ancora: sono credibili i nostri sistemi di controllo e prevenzione? Su questo argomento occorre una riflessione seria. Non è possibile che il problema venga sollevato soltanto quando ci sono le tragedie. Non è pensabile che si dia sempre delega alla magistratura, quando la questione è prima di tutto politica.

Il nostro – lo sappiamo fin troppo bene – è un territorio ad alto rischio sismico. Ma ci sono paesi, come il Giappone, in cui terremoti superano frequentemente i 6 gradi e mezzo della scala Richter, senza che vi sia nessun danno alle persone e alle cose. Siamo o no capaci di ottenere i loro stessi risultati? I nostri politici, i nostri tecnici e quelli che hanno il compito di vigilare, rispondano una volta per tutte. E se non sono capaci, si facciano aiutare dai Giapponesi.

Loading...

Altre Storie

Richiamato lotto di porchetta di Ariccia Igp per rischio microbiologico

Ma negli ultimi giorni è nato l’allarme sul prodotto sottovuoto a marchio Fa.Lu.Cioli… Sul sito del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *