Apple Watch series 4: Recensione e caratteristiche tecniche e prezzo

Consentiteci una battuta, negli Apple Watch che arrivano in Italia manca sempre qualcosa! Lo scorso anno mancava il modello con connessione LTE, (che però è arrivato quest’anno). Mentre nei modelli 2018 manca una delle funzioni più interessanti, ovvero la possibilità di eseguire l’elettrocardiogramma direttamente dal polso. Funzione già disponibile negli Stati Uniti. A discolpa del gigante californiano diciamo subito che non si tratta di una scelta voluta, ma di una questione burocratica. Infatti, per potere eseguire l’ECG il dispositivo deve ottenere svariate certificazioni, che sono già state ottenute negli Stati Uniti e che sono in fase di richiesta in Europa. Dato che l’hardware necessario è comunque già presente, la funzione sarà attivabile via software quando le certificazioni saranno rese disponibili. Dopo questa digressione, veniamo ai dettagli tecnici.

Pur mantenendo un design simile ai precedenti modelli Apple ha completamente rinnovato il suo smartwatch e tra le principali novità troviamo un nuovo display, un processore più potente e il rilevamento per le cadute. Il design classico non è cambiato radicalmente, ma la quarta generazione di Apple Watch è stata perfezionata sia nell’hardware sia nel software. La novità più evidente è il nuovo display più ampio del 30% che si adatta perfettamente alla cassa che è stata resa più sottile. Differenti anche le misure dato che i nuovi modelli sono proposti con casse da 40 mm e da 44 mm, due mm in più per modello rispetto ai Series 3 che hanno casse da 38 e 42 mm. Non si tratta solo di una scelta per avere un display più grande, dato che le nuove dimensioni hanno permesso di aggiungere una batteria più grande, un altoparlante più potente del 50%, mentre il microfono è stato spostato in una nuova posizione in modo da ridurre l’eco e ottimizzare la qualità audio. Il dispositivo include il chip S4 di nuova generazione, un processore dual core a 64 bit due volte più veloce rispetto al Series 3. Nonostante le prestazioni incrementate e lo schermo di maggiori dimensioni, Apple è riuscita a mantenere l’autonomia simile a quella del vecchio modello, e anche il nuovo Watch riuscirà a farci compagnia per tutta la giornata.

Salute e fitness
Da tempo Apple punta su Apple Watch per farlo diventare uno strumento per il benessere e con l’avvicendarsi delle generazioni di Watch è stata concentrata l’attenzione sulle funzioni fitness. Anche le varie versioni del sistema operativo Watch OS sono state ottimizzate a questo scopo, con nuovi allenamenti e la possibilità di raccogliere informazioni sempre più precise sulle attività giornaliere spronando gli utenti a fare di più e a vivere in modo più sano. In tutto questo, il nuovo modello è ancora più innovativo dato che è stato notevolmente migliorato l’hardware per la rilevazione del battito cardiaco. Non solo l’orologio è progettato per effettuare un esame ECG, ma la rilevazione del battito è più precisa. Per la ECG invece, quando sarà disponibile in Italia, sfrutterà elettrodi integrati nella Corona Digitale e il nuovo cardiofrequenzimetro elettrico posizionato nella parte posteriore in cristallo. Dovremo toccare la corona e dopo 30 secondi riceveremo una valutazione del ritmo cardiaco. Tutte le registrazioni, le relative valutazioni e i sintomi rilevati verranno memorizzati nell’app Salute. Ma c’è un’altra opzione importante per la salute presente in Apple Watch che grazie all’accelerometro e al giroscopio può identificare se siamo caduti. Sia che stiamo facendo sport sia che stiamo camminando per strada i sensori potranno rilevare una eventuale caduta e Apple Watch ci invierà una notifica di allarme, che potrà essere annullata o usata per far partire una chiamata di emergenza. Se Apple Watch rileva che siamo immobili da 60 secondi dalla ricezione della notifica, chiamerà automaticamente i servizi di emergenza e invierà ai contatti che abbiamo impostato un messaggio con la nostra posizione.

Sempre migliore
La Corona Digitale include il feedback ap- tico, che offre una reattività migliore e più “fisica” emettendo dei colpetti in successione, mentre la parte posteriore di Apple Watch Series 4 è realizzata in ceramica nera e cristallo di zaffiro; questi materiali permettono alle onde radio di attraversare più facilmente la parte anteriore e posteriore della cassa, migliorando la connettività cellulare. Questa è una delle grandi novità per l’Italia dato che finalmente oltre alla classica versione GPS è disponibile la versione GPS + Cellular che permette di usare l’Apple Watch anche per rispondere alle chiamate, ascoltare la musica in streaming o usare le nuova modalità Walkie Talkie quando non abbiamo con noi l’i- Phone. Il sistema funziona grazie a una eSIM con lo stesso numero telefonico del nostro iPhone. Al momento però per l’Italia questo servizio è reso disponibile dal solo operatore Vodafone. Con tutte queste novità, anche l’interfaccia d’uso è stata ripensata in particolare per adattarsi meglio alle dimensioni dei nuovi display: le icone delle app e i font sono più grandi e facili da leggere e i nuovi quadranti sono ricchi di dettagli e più belli da vedere e da usare.
Ma quanto mi costi?
Apple Watch Series 4 (GPS) è proposto a partire da 439 euro e Apple Watch Series 4 (GPS + Cellular) a partire da 539 euro. Chi vuole spendere qualcosa in meno potrà scegliere i modelli della Series 3 ora disponibile al nuovo prezzo iniziale di 309 euro. Anche per la Series 3 è disponibile la versione GPS + Cellular con prezzi a partire da 409 euro. Non mancano poi i modelli dedicati agli sportivi della serie Nike+ e per i più modaioli gli Apple Watch realizzati in collaborazione con Hermès con prezzi che partono da oltre 1.400 €.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *