Incentivi auto rottamazione per scoraggiare l’inquinamento in arrivo. Ecco per quali auto

Al giorno d’oggi comprare un’auto non è sicuramente facile e alla portata di tutti, tranne nei casi in cui siano previsti degli incentivi. Sicuramente il fatto di sapere di poter contare su sconti e incentivi invoglia all’acquisto. Di contro però sembra che negli ultimi tempi, il governo pare non abbia pensato a proporre nuove agevolazioni anche se effettivamente l’attuale governo Conte sembra che per il prossimo anno possa proporre tutta una serie di incentivi, così come è stato annunciato dal ministro dell’ambiente.

Al momento per esempio esistono alcune regioni tra le quali la Lombardia, il Friuli Venezia Giulia, che propongono delle formule di convenienza al fine di convincere gli automobilisti a cambiare la propria auto, sostituendo magari quelle più datate scegliendo invece quelle di ultima generazione che sono anche meno inquinanti. L’obiettivo infatti è proprio questo, ovvero quello di fare circolare un maggior numero di auto considerate meno inquinanti per evitare anche necessari blocchi della circolazione, che non fanno altro che causare comunque disagi ai cittadini sotto qualsiasi punto di vista.

Incentivi per la rottamazione auto a livello locale

Le regole per poter rottamare la propria auto del Friuli Venezia Giulia non sono ancora state enunciate in modo chiaro. Ciò che si sa al momento è che ai cittadini che vogliono cambiare auto e quindi sostituirli con quelli appartenenti alle classi Euro 0 Euro 1 ed Euro 3, è concesso uno sconto sulla base del veicolo acquistato che in ogni caso pare debba essere ecologico ovvero con un motore GPL, metano, ibrido, benzina, elettrico oppure elettrico puro. Per poter capire a quanto ammonta effettivamente l’incentivo, bisogna capire il livello di emissioni che vengono prodotte dall’auto e quindi nel caso queste siano più basse, maggiore sarà la somma dell’incentivo. Sulla base di questo principio, dunque, coloro che acquisteranno un auto a metano avranno un incentivo di €3000, Mentre chi sceglie un’ auto ibrida, benzina, elettrico avrà un incentivo pari a €4000 ed infine coloro che sceglieranno una vettura con motore elettrico, potranno contare su circa €5000 di contributi.

In Lombardia invece sono previsti dei contributi differenti, soprattutto riguardanti l’acquisto di una nuova auto e la rottamazione contestuale della vecchia, compresi motocarri e autocarri. È previsto, dunque, uno sconto di circa € 90,00 per la rottamazione, associata ad un’ esenzione per tre anni del versamento dell’imposta di possesso. Le norme prevedono inoltre che l’auto che si vuole acquistare, debba avere una cilindrata fino a 2000 cm3, che sia una euro 5 o 6 che si alimentata a benzina oppure ibrida BPL ma non diesel e che sia soprattutto destinata ad una persona fisica che deve farne un uso privato, ma anche una persona giuridica. Inoltre, ci sarebbe un altro requisito ovvero che la trascrizione dell’acquisto venga effettuata tra il 2 gennaio e il 31 dicembre 2018, ovviamente presso il Pubblico Registro Automobilistico. Altro requisito imprescindibile è il seguente ovvero che l’auto da rottamare dovrà essere intestato allo stesso proprietario che acquista la nuova auto, oppure di un suo familiare e inoltre l’auto dovrà essere demolita tra il 2 Gennaio ed il 31 dicembre 2018 e dovrà essere Euro 0 o Euro 1, alimentata a gasolio o a benzina oppure una Euro 2 o Euro 3 diesel.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *