Influenza, paziente di 59 anni in coma a Bari. Primo caso grave in Italia

Con l’arrivo del primo freddo, purtroppo è in arrivo anche l‘influenza stagionale che sembra già aver fatto i primi danni. Da quanto è emerso, purtroppo, un uomo di 59 anni di Bari è stato ricoverato in rianimazione al Policlinico per le conseguenze derivanti da una gravissima forma di influenza. Stando a quanto riferito, l’uomo  pare non avesse alcun tipo di problema fisico, e dunque le sue condizioni di salute pare fossero più che normali. Il 59enne, avrebbe contratto una infezione in loco e secondo le analisi, che sono state condotte da laboratorio di epidemiologia e Sanità Pubblica, diretto dalla professoressa Maria Chironna, il virus responsabile è la variante dell’A/H1N1. Si tratterebbe dello stesso virus che è stato responsabile della pandemia del 2009 e che proprio quest’anno è comparso per la prima volta in Puglia.

Come abbiamo già visto, sembra che il paziente risultato affetto da questo virus, non avesse alcun fattore di rischio e si era presentato al pronto soccorso del Mater Dei di Bari, lamentando sempre difficoltà di respirazione e così i medici hanno tenuto il cinquantanovenne in osservazione per circa 24 ore, con ventilazione artificiale. Purtroppo nel corso delle 24 ore, il quadro clinico del paziente si è aggravato e quindi per questo è stato disposto il trasferimento al Policlinico, dove poi l’uomo è stato immediatamente ricoverato nel reparto di rianimazione, perché sarebbe sopraggiunta un’ insufficienza respiratoria molto grave.

Da li, è stato disposto anche il trattamento con la macchina cuore polmoni per la circolazione extracorporea. Ad oggi le condizioni di salute dell’uomo sembrano essere molto gravi. I servizi territoriali dell’Asl di Bari, che sono guidati dal dottor Domenico Lagravinese, riferiscono di comunque una situazione piuttosto sotto controllo e non è il caso di parlare, almeno per il momento di epidemia. Come abbiamo già detto, il virus responsabile dell’azione sarebbe lo stesso che negli anni passati ha causato un’ epidemia e per questo la tensione è massima. Effettivamente nel 2009 ,questo virus venne sottovalutato e studi successivi hanno soltanto mostrato quelle che sono le reali conseguenze di questa infezione. L’allerta è davvero alta, soprattutto in Puglia visto questo paziente risulta essere il primo in tutta l’Italia ad essere risultato affetto proprio dal virus questione.

L’influenza stagionale intanto, continua la sua corsa e al momento sono 60.000 i  nuovi casi registrati in tutta l’Italia. Il numero dei casi stimati in questa settimana sembra essere pari a circa 67.000 per un totale di circa 185.000 casi dall’inizio della sorveglianza, a fine ottobre. L’incidenza è pari a due casi per mille, assistiti nella fascia di età 14 anni mentre nella fascia di età 5- 14 anni è pari a 0,85 e 1,22 nella fascia 15-64 anni.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.