Press "Enter" to skip to content

Legge 104, assegno da 1900 euro chi se ne prende cura. Come richiederlo?

È previsto un bonus di €1900 per tutti coloro che Assistono familiari anziani o disabili di età superiore a 80 anni. Si tratta di una misura contenuta nel testo unico in materia di caregiver familiari ovvero di coloro che Assistono un familiare disabile o anziano. In che modo si potrà usufruire di questa agevolazione? Per avere certezze a tal riguardo bisognerà attendere la circolare dell’INPS. Tuttavia ciò che è certo è che questo bonus dovrebbe ammontare a €1900 e viene erogato nei confronti di coloro che si prendono cura di un familiare anziano o disabile. Questo contributo sarà erogato mo sotto forma di Contributo economico di €1900 a titolo di rimborso spese per tutti coloro che Assistono un familiare che abbia un’età superiore ai 80 anni, oppure con una detrazione fiscale sempre dello stesso importo per chi assiste il disabile di età pari o superiore ai 80 anni entro il terzo grado di parentela.

Per poter avere poterne usufruire della detrazione sarà importante che il caregiver presenti lo stato di famiglia che deve contenere anche il suo nome oltre a quello del soggetto assistito E bisognerà anche presentare l’ISEE che deve essere inferiore a €25000. Al momento manca il decreto attuativo e quindi questa misura non sembra essere ancora attiva, ma si può comunque fare richiesta. In che modo? Innanzitutto il familiare dell’assistito dovrà presentare conservare lo stato di famiglia che contenga anche il nome dell’assistito e come abbiamo già visto, bisognerà presentare anche l’ISEE.

Chi può presentare la richiesta? Oltre al coniuge, pare che possa presentare la richiesta anche parte la parte dell’Unione Civile tra le persone dello stesso sesso e anche il convivente di fatto e il familiare affine entro il secondo grado ed i familiari entro il terzo grado secondo dei singoli casi specificati. Per Gli altri dettagli bisognerà attendere la circolare dell’Inps che pare contenga tutte le istruzioni operative del caso. In termini invece di benefici per i disabili la legge prevede alcune detrazioni ed esenzione validi per tutto il 2018. Ad Esempio i disabili che vogliono acquistare un auto, potranno beneficiare di una detrazione IRPEF del 19% su una spesa di importo massimo pari al 18075,99 euro mentre superata questa soglia la detrazione E comunque di 3434,44 euro.

Inoltre, viene anche ridotta l’IVA al 4% sull’acquisto dell’autovettura e non si paga il bollo auto nei per i primi anni né tantomeno per quelli successivi. Anche per quanto riguarda i passaggi di proprietà, Questi non sono assoggettati ad imposta di trascrizione. Tuttavia le agevolazioni per l’acquisto del veicolo sono riservate soltanto ad Alcune categorie di disabili, ovvero Sordi non vedenti a coloro che hanno proprio capacità motorie ridotte oppure assenti e a portatori di handicap grave ai sensi della legge 104 se sono disabili psichici oppure mentali titolare di una indennità di accompagnamento ed infine disabili affetti da pluriamputazioni o disabili con capacità di deambulazione ridotta.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *