Manovra 2019, stangata da un miliardo di euro per imprese e famiglie

Purtroppo sembra che con la Manovra, sia in arrivo una vera e propria stangata per molte famiglie italiane e per le imprese. Il governo infatti grazie alla Manovra sembra che abbia dato il via ad una sorta di leva, che permetterà agli enti locali di poter aumentare le imposte e per questo motivo per famiglie e imprese si parla di una nuova stangata da un miliardo di euro. La stangata potrebbe arrivare attraverso il pagamento delle tasse, che andrebbe così a colpire le tasche degli italiani attraverso l’Imu, la tasi, l’Irap e le addizionali IRPEF. E’ questo l’allarme lanciato da Cgia di Mestre attraverso il suo coordinatore dell’ufficio studi.

“Dal 2019 rischiamo di pagare almeno un miliardo in più, a seguito della rimozione del blocco delle aliquote dei tributi locali introdotta nella manovra di Bilancio attualmente in discussione in Parlamento”, è questo quanto riferito dal coordinatore dell’Ufficio Studi Cgia di Mestre.

Effettivamente secondo questa cifra, il rischio dei rincari sarebbe piuttosto concreto ed in una nota diffusa proprio nelle scorse ore, si legge ancora: “Per la Cgia dopo aver rimosso il blocco delle aliquote dei tributi locali introdotto con la legge di Stabilità del 2016 dall’allora Governo Renzi, è molto probabile che alcuni governatori e molti sindaci torneranno a innalzarle. Secondo alcune stime, degli 8.000 Comuni presenti in Italia oltre l’80% ha i margini per aumentare sia l’Imu sulle seconde/terze case sia l’addizionale Irpef. Non è da escludere inoltre che, a seguito dell’aumento della deducibilità dell’Imu sui capannoni in via di definizione con la manovra, alcuni primi cittadini siano tentati di ritoccare all’insù l’aliquota di propria competenza, almeno fino alla soglia che non consente agli imprenditori di versare più di quanto hanno realmente pagato nel 2018”.

Non è da escludere, dunque, che alcuni sindaci siano tentati di ritoccare l’aliquota di propria competenza,, aumentandola almeno fino alla soglia che non darebbe la possibilità agli imprenditori di versare più di quanto effettivamente hanno realmente pagato nel 2018. Per tutte queste ragioni, come abbiamo avuto modo di vedere, l’ufficio studi della CGIA, sembra che in queste ultime settimane, alla luce di quanto trapelato, abbia ipotizzato che lo sblocco degli aumenti delle aliquote delle tasse locali rischia comunque di comportare un aggravio fiscale in capo a famiglie e imprese di circa 1 milione di euro.

Ovviamente gli italiani sono abituati a novità del genere soprattutto all’inizio di ogni anno, ma poi effettivamente le cose non vanno sempre per come si è ipotizzato. La speranza è che si tratti di previsioni errate e che questa stangata sia quanto meno contenuta.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.