McDonald’s: batteri e feci sui touchscreen, l’esito di uno studio inglese shock

Segui controcopertina.com

È piuttosto sconcertante la notizia trapelata da un’ indagine che è stata condotta dalla London Metropolitan University e dal sito metro.co.uk, che pare abbia rilevato la presenza non soltanto agli batteri ma anche residui di feci sui touch screen dei ristoranti McDonald’s. Stiamo parlando di quegli schermi giganti che vengono utilizzati ormai dai clienti da un po’ di tempo per poter ordinare evitando la fila. Dunque, in base a questa nuova e recente indagine, sarebbe presente un po’ di tutto ovvero diversi batteri anche molto pericolosi per la salute dell’uomo. Per poter determinare ciò, i ricercatori hanno raccolto dei tamponi di circa 8 ristoranti McDonald’s presenti nel Regno Unito di cui sei a Londra e due a Birmingham. Da questi sono stati rilevati Dunque alcuni batteri appartenenti addirittura alla famiglia listeria che come sappiamo possono causare la listeriosi e portare anche all’aborto le donne incinta che la contraggono.

Leggi Anche  I cellulari non causano tumore al cervello, la conferma da un nuovo studio australiano

Su circa tre quarti dei touchscreen che sono stati posti sotto analisi, l’indagine ha evidenziato batteri appartenenti al genere Proteus che in genere si trovano nelle feci dell’uomo e dei topi. Ma non finisce qui perché su un altro schermo è stata rilevata addirittura la presenza di stafilococco e molti tamponi hanno rilevato la presenza di batteri appartenenti al genere klebsiella, che come sappiamo possono causare infezioni alle vie urinarie diarrea setticemia ed anche polmonite.

“Siamo molto sorpresi di aver trovato tanti batteri intestinali e fecali. I touchscreen sono sempre più utilizzati, ma questi risultati consigliano di non mangiare direttamente dopo averli toccati, perché sono antigienici e diffondono malattie”, sono queste le parole dichiarate da Paul Matawele, ovvero il medico e coordinatore dell’indagine. Ovviamente l’azienda McDonald’s non ha perso tempo nel rispondere a queste pesanti accuse e attraverso un portavoce ha fatto sapere che gli schermi vengono puliti regolarmente ogni giorno e che in ogni caso tutti i ristoranti sono muniti di servizi che permettono di lavare le mani prima di mangiare.

Leggi Anche  I cellulari non causano tumore al cervello, la conferma da un nuovo studio australiano

Ad ogni modo sono intervenuti ancora i ricercatori in questione, chiarendo come l’inchiesta abbia riguardato soltanto un numero ristretto di locali e che quindi non vale per tutti i fast food appartenenti al gruppo McDonald’s. Purtroppo questi dati sono davvero piuttosto sconvolgenti perché ricordiamo hanno rilevato la presenza non soltanto di batteri appartenenti a diverse specie, ma anche la presenza di feci umane e di topi sugli schermi, che in genere vengono utilizzati per ordinare il cibo che poi viene mangiato o sul posto o fuori dal locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.