Notte di San Lorenzo, il picco di stelle cadenti tra il 12 e il 13 agosto

La notte di San Lorenzo è tradizionalmente quella del 10 agosto Almeno secondo il calendario dei santi, ma per quanto riguarda le stelle cadenti non è detto che il piccolo si debba verificare proprio in questa notte. Un Tempo in quella del 10 agosto Pare fosse la notte in cui si poteva osservare lo sciame meteorico delle Perseidi ma purtroppo in questo secolo si è capito che è il momento migliore per poter guardare le stelle cadenti fosse un altro Ovvero la notte tra il 12 e il 13 di agosto. Questa notte, dunque, condizioni climatiche permettendo si potrà assistere a qualche fascio luminoso causato da qualche stella cadente o meglio Perseidi. Nella giornata di domani ci sarà il novilunio e quindi anche nella notte tra il 12 e il 13, arriverà pochissima luce ad interferire con quella delle stelle e per questo motivo sarà più facile assistere a questo spettacolo nelle prossime notti.

Ad ogni modo, nonostante si parli di stelle cadenti non sono effettivamente delle stelle ma dei frammenti meteorici di roccia generati dalla disintegrazione di una cometa. A partire dal mese di luglio è possibile iniziare ad assistere a questo spettacolo delle stelle cadenti anche se si tratta delle Perseidi proprio dal nome della costellazione di Perseo e pare siano frammenti meteoriti di roccia generati dalla disintegrazione della cometa chiamata Swift Tuttle. Questa venga osservata per la prima volta nel 1862 dagli astronomi Lewis Swift e Horace Parnell Tuttle. Il picco per le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi si registrerà Esattamente tra le ore 16:00 del 12 agosto e le ore 4:00 della mattina del 13 di agosto e in media è prevista una scia di meteore che va da 60 a 100 visibile occhio nudo ogni ora sostanzialmente una al minuto. Le notti tra il 10 e il 15 sono comunque adatte per dare la caccia a questo fenomeno particolarmente affascinante.

Ovviamente le condizioni metereologiche Dovranno essere piuttosto soddisfacenti per poter osservare le stelle cadenti, il clima quindi Dunque deve essere ideale, il cielo non deve essere coperto di nuvole e se vi trovate lontano dai centri abitati e da fonti di illuminazione artificiale lo spettacolo è sicuramente assicurato.

Come consiglia Davide Perna ricercatore dell’inaf di Roma non sapendo esattamente dove e quando le meteore appariranno, il modo migliore per poterle osservare è sicuramente ad occhio nudo. Il momento migliore Dunque saranno le ore più tardi della notte e quindi dalla mezzanotte fino all’alba, Ma anche poco prima è possibile iniziare a vedere qualcosa quando il cielo Sarà ovviamente totalmente buio. Bisogna guardare in basso sull’orizzonte in direzione Nordest nella prima parte della serata e via via sempre più in alto proprio sopra le nostre teste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *