Pensione anticipata, Quota 100 tra 24 mesi. Chi deve aspettare?

Oggi chi darvi alcune indicazioni riguardanti la pensione anticipata, la quota 100 e le altre misure previdenziali che sembrano essere oggetto di attenzione ormai da molte settimane. Sono sempre di più i lavoratori che stanno tentando di capire se abbiano già raggiunto i requisiti per poter andare in pensione, oppure se manca ancora tanto al raggiungimento dell’età necessaria per poter accedere all’età pensionistica. Molti lettori  hanno fatto delle domande e segnalazioni riguardanti proprio alcune misure tra cui quota 100, per cercare di capire meglio anche la loro posizione e quando sarà possibile poter andare in pensione. Nello specifico una lettrice che ha più di 64 anni e 36 di contributi, ha chiesto delle informazioni e chiarimenti riguardanti la quota 100, aggiungendo di trovare davvero assurdo come lei debba andare a lavorare, mentre la quota 100 sarebbe applicata a persone più giovani di lei.

Volendo dare una risposta alla lettrice, dobbiamo dire come in base alle informazioni che si sono diffuse fino ad oggi, quota 100 verrà applicata secondo una formula che prevede come requisiti minimi 62 anni di età e 38 anni di contributi versati. Bisognerà comunque attendere ancora un po’ per verificare queste informazioni così come i documenti ufficiali che non sono ancora ad oggi disponibili. Nel caso in cui dovesse essere confermato, la lettrice andrebbe in pensione tra due anni, perché ne manca uno dei requisiti che è previsto proprio per quota 100.

Quota 100 si farà e partirà proprio dai prossimi mesi dal 2019, anche se secondo alcune indiscrezioni potrebbe anticipare a dicembre. Questa si pone proprio come una grande novità riguardante la riforma pensioni che è stata prevista dal disegno di legge di Bilancio, approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 ottobre 2018. Per poter andare in pensione anticipata, bisognerà rispettare alcuni requisiti anagrafici e contributivi è stato proprio il vice premier Matteo Salvini. dopo l’approvazione del ddl di bilancio 2019 ad annunciare che non dovrebbero esserci penalizzazioni. Bisognerà ancora capire come funziona nel dettaglio La quota 100 e da quando questa partirà e per aver notizia un po’ più certe bisognerà attendere la fine del mese di dicembre 2018, quando sarà discussa la legge di bilancio 2019 e sarà approvata dal Parlamento.

La Quota 100, una delle novità della riforma pensioni del Contratto di Governo che è stata inserita nel Disegno di Legge di Bilancio 2019. E’ un sistema che prevede l’accesso alla pensione, quando la somma tra età anagrafica e anni di contributi è pari, appunto, a 100. Per poter accedere a Quota 100, bisognerà rispettare il requisito anagrafico pari a 62 anni di età ed un requisito contributivo pari a 38 anni di contributi versati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *