Pensioni scuola e Quota 100, per beneficiarne bisognerà attendere circolare integrativa

In termini di pensioni riguardanti il mondo scuola, il Miur sembra che sia predisponendo una circolare per poter presentare le domande da parte del personale della scuola. Effettivamente però chi potrà presentare la domanda? I requisiti fanno riferimento alla legge Fornero che attualmente risulta essere ancora in vigore. Potrà Dunque presentare la domanda per la pensione di vecchiaia, chiunque abbia compiuto 67 anni entro il 31 12 2019 ed ancora pensione anticipata coloro che hanno compiuto 42 anni e 3 mesi e 43 anni e 3 mesi rispettivamente per donne e uomini, sempre entro il 31 dicembre 2019. Si potrà inoltre usufruire di opzione donna se si avranno compiuto 57 anni e 7 mesi entro il 31 luglio 2016 e 34 anni 11 mesi e 16 giorni maturati entro il 31 12 2015. Intanto proprio nella giornata di ieri, il ministro Bussetti sembra che abbia presentato in VII commissione della Camera dei Deputati i provvedimenti riguardanti la legge di bilancio e relativi al mondo della scuola dell’università e della ricerca.

Il ministro sembra che abbia anche accennato a qualche provvedimento relativo alla riforma della legge Fornero ovvero la cosiddetta quota 100 per la quale però bisognerà che siano pensati appositi provvedimenti attuativi, perché di fatto la legge di bilancio presenta soltanto quelli che sono i fondi necessari per poter attuare la misura. Questa secondo il ministro Bussetti avrà inevitabilmente delle ripercussioni anche solo sul reclutamento del personale della scuola, ma per avere idea di quelle che sono le stime bisognerà aspettare i provvedimenti attuativi. Il ministro Inoltre anche aggiunto che la riforma delle pensioni che è in atto, avrà degli effetti anche non indifferenti sul riequilibrio dell’età anagrafica del personale scolastico, che al momento si risulta caratterizzato dalla anzianità di servizio. L’età media degli insegnanti al giorno d’oggi hai 51-52 anni.

Pensione 100 per la scuola

La possibilità di poter andare in pensione, usufruendo della quota 100 nel mondo della scuola sarà affrontato da una circolare che sarà emanata direttamente dal Miur e che pare posso arrivare la prossima settimana. Il provvedimento riguardante quota 100 sarà oggetto di un decreto a parte nel caso in cui ci dovessero essere delle novità per la scuola poi, ci sarà una circolare e integrativa.

Domande di pensionamento, come presentarle

Le domande di pensionamento si potranno presentare su istanze online, tranne quelle di mantenimento in servizio fino ai 70 anni e quelle relative all’Ape sociale. I requisiti per poter accedere alla pensione di vecchiaia contributiva Al momento sono i seguenti ovvero non posso chiedere i contributi versati prima del primo gennaio 1996, 5 anni di contributi versati, avere compiuto 70 anni e 7 mesi di età e l’ammontare dell’assegno pensionistico non deve essere inferiore a 2,8 volte l’assegno sociale. A partire dal primo gennaio cambierà l’età anagrafica per accedere alla prestazione, che sarà aumentata a 71 anni.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *