Riforma Pensioni 2019, calendario pagamento mese per mese e tutte le novità

Il 2019 è sicuramente sarà un anno molto importante in materia di pensioni e molti italiani sono in attesa di capire effettivamente come poter uscire dal mondo del lavoro anticipatamente e e soprattutto capire se ci saranno delle penalizzazioni. La misura tanto attesa è Quota 100 e grazie a questa molti italiani avranno la possibilità di andare in pensione anticipatamente rispetto a quanto previsto dalla legge Fornero. Questa misura sarà ufficializzata a breve, ma già da parecchio tempo se ne parla e si conoscono quelli che sono gli assi portanti. Grazie a questa misura, si potrà andare in pensione a 62 anni di età e 38 anni di contributi versati. Un’altra novità è rappresentata anche dalla pensione di Cittadinanza e quest’altro non è che un provvedimento tanto annunciato dal governo per aumentare l‘assegno della pensione a coloro che percepiscono una somma inferiore a €780,00 e l’altro in questo caso si attende l’ufficializzazione.

Leggi Anche  Pensioni ultim'ora: Quota 100 e assegno inferiore, perché?

Per il 2019 sembra essere anche certo l’aumento determinato dal meccanismo di rivalutazione delle pensioni e nello specifico l’aumento dall’inizio del 2019 verrà determinato da un sistema di calcolo in base al quale gli importi delle pensioni saranno proporzionati al valore dell’inflazione e si parla di un aumento pari al 1,1%. Questo meccanismo si chiama perequazione ed ha un obiettivo principale, ovvero quello di tutelare il potere di acquisto dei pensionati e provvedere che non ci sia soltanto una fascia.

Leggi Anche  Decreto pensioni ultime notizie, svolta pubblicazione in Gazzetta Uffciale

Per tutte quelle pensioni fino a tre volte il trattamento minimo è riconosciuto il 100% dell’inflazione, mentre per le pensioni superiori fino a 5 volte, il trattamento minimo è riconosciuto un adeguamento che sarà pari al 90%. Infine per le pensioni superiori a ben 5 volte, il minimo viene riconosciuto il 75%.Vediamo anche in quali date saranno pagate le pensioni e nonostante il pagamento sia previsto il primo giorno del mese, può accadere come sappiamo e come accaduto anche in questi anni che possa slittare di qualche giorno. Per questo motivo, vediamo mese per mese cosa prevede il calendario, perché bisogna considerare che la data di pagamento varia a seconda che il pagamento avvenga tramite Poste Italiane oppure istituto di credito.

Leggi Anche  Riforma pensioni, possibile uscita fino a 3 anni prima di Quota 100

Ovviamente si tratta di un calendario ufficioso che sarà confermato attraverso un’apposita comunicazione che avviene da parte dell’INPS anno dopo anno.

Calendario pagamento pensioni 2019

Gennaio: 3 Poste e banche
Febbraio: 1 Poste e banche
Marzo: 1 Poste e banche
Aprile: 1 Poste e Banche
Maggio: 2 Poste e Banche
Giugno 1 Poste, 3 Banche
Luglio: 1 Poste e Banche
Agosto 1 Poste e Banche
Settembre: 2 Poste e Banche
Ottobre: 1 Poste e Banche
Novembre: 2 Poste, 2 Banche
Dicembre: 2 Poste e Banche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.