Sciopero Ryanair, cancellati 600 voli in due giorni: molti disagi per vacanzieri

È previsto per mercoledì 25 e giovedì 26 luglio uno sciopero Ryanair che causerà la cancellazione di circa 600 voli. Questo quanto fa sapere la compagnia aerea low cost irlandese secondo cui dunque circa 600 voti potrebbero essere addirittura cancellati e corrispondono al 12% del traffico aereo totale di Ryanair in quei due giorni. Ora nello specifico questo sciopero riguarderà circa 50.000 passeggeri che trattandosi di fine estate avevano in programma dei viaggi da e verso il Belgio, il Portogallo e la Spagna. Sembra che l’azienda abbia già contattato tutti gli interessati via email oppure attraverso un sms, mentre tutti gli altri che non hanno ricevuto comunicazione viaggeranno regolarmente.

Stando a quanto è emerso sembra che questo sia lo sciopero più grande di sempre per la compagnia aerea irlandese.  Il motivo dello sciopero è essenzialmente uno ovvero il personale chiede maggiori stipendi e anche migliori condizioni di lavoro e per questo motivo nella giornata di venerdì e di martedì della prossima settimana, questo sciopero causerà parecchi disagi soprattutto a coloro che avevano in programma dei viaggi. I sindacati in particolare hanno proclamato lo sciopero in quanto chiedono che la società possa applicare le leggi di ogni paese in cui viene impiegato il personale e accordi le stesse condizioni di lavoro a tutti i dipendenti.

Intervenuto sulla vicenda il direttore marketing di Ryanair, Kenny Jacobs, il quale ha dichiarato:  “Questi scioperi non hanno alcuna giustificazione e nessun altro scopo se non quello di rovinare le vacanze e avvantaggiare le altre società. Il personale di bordo di Ryanair ha un buon stipendio – fino a 40.000 euro l’anno (per i paesi con un alto tasso di disoccupazione giovanile)”. Proprio nei giorni scorsi la sigla sindacale ITF pare abbia presentato a Ryanair una visita di rivendicazioni contrattuali contro la precarietà e per un miglioramento delle condizioni economiche della sicurezza e anche della cultura del posto di lavoro.

Ad esempio il personale pare lamenti di dover pagare addirittura l’acqua potabile durante i voli e di dover descrivere proprio per iscritto tutti i sintomi quando rimangono a casa malati. Precedentemente era stato annunciato un altro ciclo di scioperi di piloti, cominciato lo scorso giovedì 12 luglio e che continuerà anche nei prossimi giorni E infatti proprio nella mattinata di oggi Ryanair pare che abbia cancellato circa 74 voli ce hanno interessato la Francia, Germania, Regno Unito e Grecia per la mancanza di personale e nella giornata di domani saranno cancellati altri 24 voli. Lo sciopero, dunque, è atteso per mercoledì 25 e giovedì 26 luglio e sono  stati annunciati circa 200 voli Cancellati da e per la Spagna, 50 da e per il Portogallo, e 50 da e per il Belgio E come già detto rappresentano circa il 12% dei voli in Europa della compagnia irlandese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *