Vaccino antinfluenzale, l’Aifa lancia l’allarme “In rete notizie vecchie e fuorvianti”

Segui controcopertina.com

Sembra che in tema vaccinazioni anti-influenzali, l’Aifa sembra abbia diramato un comunicato piuttosto interessante e importante. Questo ha soltanto uno scopo ovvero mettere in guardia gli utenti dalla presenza di fake news che potrebbero creare allarmismi. “Circola in queste ore sui canali social (Facebook e Twitter), con chiaro intento allarmistico da parte di chi periodicamente la rilancia (specie durante la campagna di vaccinazione antinfluenzale) la notizia di un divieto di utilizzo di vaccini antinfluenzali da parte di AIFA”, è questo il contenuto del comunicato diramato dall’Aifa sui vaccini anti-influenzali. L’Aifa ha sottolineato l’importanza della vaccinazione contro l’influenza stagionale soprattutto per quanto riguarda le categorie a rischio, tra i quali gli anziani e le persone di qualsiasi età affette da patologie pregresse, che possono aumentare in qualche modo il rischio di complicanze in caso di influenza.

Leggi Anche  I cellulari non causano tumore al cervello, la conferma da un nuovo studio australiano

Per chi non lo sapesse, la vaccinazione antinfluenzale è già disponibile a partire dal mese di ottobre. “Gli articoli citati risalgono in realtà al 2014 e riportano notizie di decessi che in nessun caso sono stati correlati alla somministrazione dei vaccini, come è emerso dagli approfondimenti scientifici condotti in seguito dalle autorità nazionali ed europee. Si tratta dunque di una notizia fuorviante, che rischia di arrecare danno alla campagna di vaccinazione antinfluenzale in corso. Aifa ribadisce l’importanza di vaccinarsi contro l’influenza stagionale, in particolare per le categorie più a rischio (soprattutto anziani e persone di tutte le età con patologie di base che aumentano il rischio di complicanze in corso d’influenza), e di non lasciarsi condizionare da false notizie circolanti in rete”, si legge ancora nel comunicato dell‘Aifa. 

Leggi Anche  I cellulari non causano tumore al cervello, la conferma da un nuovo studio australiano

L‘influenza è già arrivata così come la stagione del vaccino antinfluenzale. Sono tante le regioni che a partire dal mese di ottobre hanno avviato la campagna regionale di vaccinazione antinfluenzale 2018/2019, mettendo a disposizione in modo assolutamente gratuito circa un milione di dosi del vaccino antinfluenzale. Tra le tante regioni, il Lazio sembra che da qualche settimana abbia avviato una campagna con il solo obiettivo di consolidare e aumentare le dosi a disposizione, le quali saranno distribuite grazie all’impegno di circa 5 mila medici tra pediatri di libera scelta, Asl e medicina generale. L’influenza al giorno d’oggi rappresenta purtroppo, con le complicazioni, la terza causa di mortalità per patologie infettive. Proprio quest’anno sembra ci sia in giro un virus di tipo AH3N2 che pare sia circolato poco lo scorso anno in Italia ed anche tanto in Inghilterra.

Leggi Anche  I cellulari non causano tumore al cervello, la conferma da un nuovo studio australiano

Questo virus sembra abbia già dato molti problemi respiratori e creato delle complicazioni per lo più agli anziani, perché considerato un virus piuttosto aggressivo. E’ questo quanto riferito a Bartoletti, vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Roma, il quale ha anche aggiunto “Dico sempre che l’unica maniera per prevenire l’influenza è il vaccino”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.