06/10/2019 Oroscopo Branko Domenica 6 Ottobre – Ultime News

Ariete 21 marzo -20 aprile Alcune del tuo segno, spinte in una cella umida da Marte e Venere incattiviti, imitano Baudelaire (Ariete): osservano la Speranza che sbatte la timida ala come un pipistrello che va a picchiare la testa sul soffitto. Spleen. Isolamento. Molte però le eccezioni gioviali. Invece di prendere alla lettera il transito, stanno a distanza dagli spiriti erranti della metropoli, ostinati e in preda a visionari desideri. Come monaci tibetani, stanno tranquille sedute ai piedi della montagna, senza seguire le ombre del pensiero.

Toro 21 aprile-20 maggio Tutte le cose a posto. Hai pacificato spirito e mente di chi ti sta vicino. Hai controllato il conticino in banca, ti sei ripromessa di tenerlo più ordinato. Senti nel profondo dell’animo che qualcosa di agitato si sta assestando. Se ti guardi allo specchio, vedi negli occhi i lampi della vera luce della gioia. I suoni rallentano e dolcemente mantengono tonalità pacifiche. Melodie placide nel cuore. «Nesetsukeshi ko noi Sentakuya natsu /No tsuki» (Dormono i bimbi /e lei lava i panni /Luna destate, IssaXVIIF sec.).

Gemelli 21 maggio-21 giugno Essere rigorosa, con senso critico attento e scrupoloso, a cui nemmeno il più piccolo dettaglio fuori posto sfugge, non vuol dire girare con espressione seriosa, barbosa, pesante, depressiva. Compaiono sul tuo viso i segni delicati della distensione, le linee della leggerezza, di una dolcezza vigile, non fredda e insensibile. Sorridere non è peccato, non è nemmeno sconveniente o in contraddizione con l’intelligenza. Marte in trigono attivo, efficace. Sei concreta e pragmatica, ma non per questo indossi la maschera dei cinici.

Cancro 22 giugno-22 luglio Alcune del tuo segno entrano in fase Dissipatio Humani Generis, titolo del capolavoro di Guido Morselli. Sognano le strade della città vuote, senza più una sola persona che passa, un’automobile che sfreccia, il più piccolo rumore o segno di folle vita quotidiana. Quando però riescono a realizzare un barlume di reale eremitaggio, non passa molto tempo per provare, del mondo, nostalgia e desiderio di amiche e amori. Saturno e Marte possono generare irritazione e vuoti affettivi, con bisogno alternato di solitudine e socialità.

Leone 23 luglio-23 agosto Giove e Marte sono ottimi amici per tutto il mese. Amplifichi la già notevole sicurezza in te stessa e di conseguenza anche la generosità. Ti fai in quattro per gli altri e vieni ripagata con ammirazione, baci volanti, getti caldi d’affetto, mille cuoricini che raggiungono il tuo cuore. Alcune eccezioni sono possibili tra le nate in luglio, a tratti innervosite da un pensiero. «/seeyou with eagle, / Penguin, vulture, seagull; / Nor be it a bird / but an elephant, a herd! / All on yourgoodly, compassionate shoul-ders» (G. Corso).

Vergine 24 agosto – 22 settembre Continui a essere il punto di riferimento di pensatori e pensatrici d’Occidente. Insegni a Jena, succedi a Schelling all’università. Poi passi a Norimberga e Heidelberg. I tuoi amori siedono composti in prima fila ad ascoltare le tue lezioni, con le matite ben appuntite come piace a te. Non lasci spazio a sguardi o parole che possano far pensare a superficialità di fascino vanesio. Il tuo abito ha una compostezza impeccabile. Le scarpe col tacco fanno eccezione. Sembrano uscite dal negozio della felicità.

Bilancia 23 settembre – 22 ottobre Fino a martedì la Luna piena si oppone al tuo Sole. I dubbi con cui il carattere a volte si gingilla potrebbero ricomparire, come nuvole a forma di punto di domanda. In realtà da qualche tempo stai valutando la possibilità di essere meno inflessibile, più disposta a perdonarti, a essere indulgente, meno controllata, inscatolata. Dalla gabbia del carattere si divincola con eleganza la tua natura spontanea. Svanisce la maestrina che sa tutto. Appare quella magia che tutto lascia fluire in modo libero e benevolo.

Scorpione 23 ottobre – 22 novembre Ti piace scendere all’ottavo piano sotterraneo di un inconscio abissale che reclama la tua presenza. La discesa non è rettilinea, ma tortuosa, a spirale, come se gli abissi fossero un labirinto. E lì che esplori, indaghi, ti soffermi per ore. Da qualche giorno, però, è arrivata Venere nel segno. Tutto è meno complicato. Quel bisogno di leggerezza che avevi dentro inascoltato ora emerge, arriva alla coscienza e gli dai risposta affermativa concedendoti la spensieratezza.

Sagittario 23 novembre – 21 dicembre Marte contro per oltre un mese, a fine estate, ha fatto fluire l’esistenza più a rilento. Non è necessariamente cosa grave avere iniziato l’autunno, in rodaggio e lenta progressione. Giorno dopo giorno recupero la consapevolezza della musica interiore, che crescendo di intensità modula piacevolmente la relazione con le cose. Gli assurdi modelli legati a potere, ricchezza e denaro non ti fanno pensare che tutti diventano ricchi tranne te. Questi modelli danno molto, tranne senso e pienezza della vita.

Capricorno 22 dicembre – 20 gennaio Dai l’esempio, non ti tiri indietro. Ai soldati che ti seguono come invincibile punto di riferimento, mostri come si passa un filo spinto, si scavalca un muro, si striscia nel fango e si attraversa di notte la foresta. Succede però raramente. Da tempo hai le stellette da generale, lo chef personale, la poltrona in pelle e l’auto con chaffeur che ti aspetta. Senza sensi di colpa. Sai di avere la responsabilità di tante persone ed è un dovere per te stare benissimo, decidendo dall’alto comoda e tranquilla, senza affanno.

Acquario 21 gennaio-19 febbraio Hai la consapevolezza, sempre, di dover fare un passo avanti oltre il vecchio schema di visione, su cui i belli addormentati si adagiano tranquilli. La pensi come Einstein, quando scriveva che non si può risolvere un problema adottando lo stesso tipo di pensiero che ha caratterizzato il contesto su cui il problema è sorto. Questo non significa, con Marte in trigono, che i problemi te li vai a cercare. Mai hai sofferto di tendenze masochistiche. Al massimo, specie in amore, di forme cicliche di idealizzazione.

Pesci 20 febbraio – 20 marzo Mercurio e Venere hanno iniziato la loro azione ricostituente che, dopo un finale destate faticoso, comincia a dare visibili frutti. Alcune sembrano giovanissime Peggy Guggenheim «con le vestaglie e le collane fantasia appese tra i Delvaux e gli Ernst», sdraiate «su pile di volumi visibilmente letti, lettissimi, di magia e teosofìa e vampirismi» (Arbasi-no). Il tuo fluido silente torna a colpire. Dritto al cuore di chi, facendo fìnta di non averti vista, di te da tempo è segretamente innamorato.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.