Andrea di Uomini e Donne: “Ero obeso, ho perso mezzo quintale ed ho cambiato vita”

Quanto può essere potente un cambiamento? La risposta chiedetela ad Andrea Dal Corso, ex tentatore di Tempta- tion island e corteggiatore di Uomini e donne. Sì, perché dopo un’adolescenza da obeso, con grandi sacrifici si è lasciato alle spalle l’immagine da brutto anatroccolo. E oggi è un sex symbol del piccolo schermo, tanto che con il suo fascino ha conquistato il cuore dell’ex tronista napoletana Teresa Langella.

«Quando avevo 15 anni pesavo 138 chili: non mi toglievo mai la maglietta perché mi vergognavo», racconta Andrea . «Le ragazzine mi vedevano solo come il loro
confidente, cui chiedere consigli per conquistare i miei amici. I miei genitori si erano separati quando ero piccolo e la mancanza della figura paterna mi portava a cercare la felicità nel cibo».
Che cosa ti ha spinto a cambiare, fino a diventare un sex symbol?

«La mia forza di volontà. Quando ho compiuto 18 anni ho detto basta e, con l’aiuto di mia madre – che mi è sempre stata vicina – mi sono rivolto a un centro di dimagrimento. Contemporaneamente, da autodidatta, mi sono messo a studiare educazione alimentare e con l’aiuto di un personal trainer ho cominciato ad allenarmi con costanza. In due anni ho perso 50 chili, la mia immagine è cambiata e mentre ero in vacanza a Cortina d’Ampezzo, un talent scout mi ha notato e mi ha portato a Milano, dove ho cominciato a lavorare come modello mentre studiavo economia aziendale».

Qual è stata la più grande rivincita che ti sei preso dopo essere dimagrito così tanto? «Quando sono tornato a Mirano, il paese dove sono nato in provincia di Venezia, mi sono dovuto ripresentare perché le persone non mi riconoscevano. E le stesse ragazze che un tempo mi vedevano soltanto come un amico hanno cominciato a cercarmi per altri motivi».

La tua ritrovata bellezza ti ha aiutato a conquistare Teresa, a Uomini e donne. Come procede la vostra storia?
«Va a gonfie vele. Non mi sarei mai aspettato di trovare l’amore in televisione. Io e Teresa stiamo insieme da quattro mesi e in autunno andremo a convivere: si tratta di un passo importante prima di progettare il nostro matrimonio e di pensare di avere un figlio insieme».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *