Ballando con le Stelle e la malattia di Milly Carlucci

E un periodo difficile  per Milly Carlucci  che negli ultimi anni ha perso i suoi genitori oltre ad alcuni suoi cari amici, un periodo che lei ha affrontato con la consueta forza: «Nel giro di tre anni ho perso sia mamma sia papà. Mio padre è mancato da pochi giorni. Nonostante la razionalità della mente mi porti a pensare al naturale ciclo della vita, il cuore soffre davvero tanto» ha spiegato a “Chi” la conduttrice che a ottobre scorso ha perso suo padre Luigi, ex generale dell’Esercito, morto a 91 anni. Una perdita che arriva in un anno, il 2018, terribile in questo senso viste anche le perdite di Fabrizio Frizzi, Bibi Ballandi e Sandro Mayer: «Un anno dolorosissimo. Ma ognuno di noi ha il dovere di trovare in se stesso gli strumenti per superare il vuoto della perdita. E fare di un lutto una opportunità di crescita e riflessione.

Non è facile. E’ un esercizio complesso che si affina con il tempo. Con il raggiungimento della maturità». Un periodo che lei ha superato anche grazie a “Ballando con le stelle”, la trasmissione a cui Milly lavora per un anno intero perché oltre alle puntate solitamente in onda in primavera ci sono anche “Ballando on thè road” e altre varie versioni che durano anche in altri periodi dell’anno. Lei ci tiene alla sua trasmissione che anche quest’anno se la vede contro Maria De Filippi che però lo scorso anno si è tolta la soddisfazione di battere in diversi sabato sera. E quest’anno è più agguerrita che mai, carica al punto giusto per un nuovo successo, magari proprio grazie alla concorrente.

Durante “Tale e quale show”, infatti, ha avuto il colpo di genio di invitare nella sua trasmissione proprio la De Filippi: «Siamo nella stessa serata ed è complicato, ma si possono fare tante cose, collegamenti, registrazioni. Chiudiamo il messaggio e simbolicamente te lo do. Ora vediamo se Maria apre la mia busta. Maria apri la busta? Vediamo che succederà. Sono pronta a fare il collegamento con il suo studio». Sarebbe un gran bel colpo e un segno di discontinuità nella battaglia dell’auditel, un colpo che è già riuscito a Fabio Fazio e a Carlo Conti che sono riusciti ad avere la moglie di Maurizio Costanzo nelle loro trasmissione.

Sogni a parte, però, Milly è determinata a rinnovare il successo del suo show che gestisce in toto: «Io, di “Ballando”, non sono solo la conduttrice, ma anche il direttore artistico e un leader non può permettersi di arrabbiarsi. Io devo preoccuparmi di tenere tutti uniti anche nei momenti di crisi e poi, noi donne, dobbiamo fare i conti anche con certi cliché: se una donna alza la voce è isterica, se lo fa un uomo, al contrario, è autoritario. Che fatica!». Una fatica anche perché il suo pubblico è differente da quello di Mediaset e che lei cerca di educare a modo suo: la partecipazione di Giovanni Ciacci della scorsa edizione, ad esempio, per la Carlucci ha avuto un significato molto più profondo rispetto a quello degli ascolti. «Ciacci e Todaro con i loro tanghi, le loro rumbe e la loro sintonia espressa attraverso la rappresentazione artistica hanno contribuito a far cadere tanti luoghi comuni.

Pensi alla signora Maria che ha guardato il programma! – ha detto a “Oggi” – E invece è qui la nuova chiave di lettura. La signora Maria, simbolo del pubblico tradizionalista di Rai 1, ha avuto la possibilità di considerare il ballo tra due uomini una cosa normale. Ha vissuto la naturalità della cosiddetta diversità». Una energia prorompente per Milly che le arriva anche dalla forza della sua famiglia che le permette di dedicarsi con serenità al suo lavoro. Tra l’altro i suoi figli ormai sono grandi e hanno le loro attività, quindi è tornata a godersi l’amore solo con suo marito Angelo Donati, sposato nel 1985, e con cui non ha mai avuto una crisi ‘perché hanno sempre avuto una grande complicità fra di loro dovuta anche al fatto che quando si sono conosciuti erano già entrambi adulti, «ognuno con le proprie storie ed esperienze alle spalle e con un forte senso della famiglia ereditato dai rispettivi genitori.

Ci siamo sposati coscienti della responsabilità che comportano i figli e pronti ad affrontare insieme le sfide imprevedibili della vita» ha spiegato Milly che non è mai stata al centro di storie di gossip, ma ha sempre vissuto una vita normale, senza scandali. In fondo, secondo lei, non è difficile vivere senza gossip: «Basta volerlo. Io e mio marito quando ci siamo conosciuti abbiamo fatto un patto: la nostra vita privata fuori dallo showbiz. E ci siamo riusciti. Sui giornali esci solo se vuoi. E’ una questione di scelte». E lei ha sempre scelto il suo pubblico. Ultimamente, però, sono girate alcune voci secondo cui i nuovi vertici Rai starebbero pensando a un ridimensionamento di “Ballando con le stelle” o a uno spostamento sulla nuova Rai due targata Carlo Freccero. La Carlucci ha sempre spiegato che per fare uno show come il suo c’è bisogno di un certo tipo di budget e che ogni anno glielo ritoccano spingendola a fare di tutto per non superarlo, ma forse il momento del cambiamento è arrivato anche per lei. Riuscirà a resistere?

LA MALATTIA DI MILLY

In tv è felice, serena, e appare sempre in splendida forma ma quando si spengono le luci dei riflettori deve fare i conti con la malattia che la affigge da anni. Niente di pericoloso, per fortuna, ma di certo un bel fastidio. Si tratta della protoporfiria eritropoietica ed è la scarsa produzione di emoglobina nel sangue che comporta una ipersensibilità ai raggi ultra violetti. In parole povere non deve esporsi alla luce diretta del sole perché questo può provocare delle macchie sulla pelle e dei dolori. «Da maggio a settembre evito di stare al sole – ha detto a “Style 24” – e indosso sempre cappelli a falde larghe, occhiali scuri che coprano completamente gli occhi, magliette a maniche lunghe e pantaloni di cotone fino alla caviglia sia al mare che in montagna, dove per l’alta quota i raggi solari sono molto forti e nocivi. In città senza protezione solare totale non potrei neppure uscire di casa».

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.