Barbara D’Urso perde in appello contro Selvaggia Lucarelli: “Ecco tutte le motivazioni della sentenza”

Barbara D’Urso deve incassare un nuovo colpo, a quanto pare ha perso in appello contro Selvaggia Lucarelli. Le due donne si erano scontate anni fa e la loro battaglia legale si è da poco conclusa. Ecco cos’è successo.

Barbara D’Urso contro Selvaggia Lucarelli

I fan di Barbara D’Urso avevano quasi dimenticavo la diatriba in atto con Selvaggia Lucarelli. L’opinionista e scrittrice all’epoca dei fatti pubblicò un commento che non era affatto piaciuto alla conduttrice di casa Mediaset.

In particolar modo facciamo riferimento alla seguente frase: “L’applauso del pubblico delle Invasioni alla d’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebke”. Tali parole hanno subito infastidito la D’Urso che è immediatamente ricorsa alle vie legali, denunciando Selvaggia Lucarelli.

Barbara D’Urso perde l’appello

Anni dopo l’episodio e la conseguente battaglia legale, ecco che lo scorso 4 luglio 2019 Selvaggia Lucarelli ha fatto l’annuncio nelle sue pagine social affermando di aver sconfitto Barbara D’Urso che perde così l’appello.

A distanza di qualche mese, ecco che è la stessa Lucarelli a spiegare cos’è successo con Lady Cologno: “Come saprete la donna che continua a querelarmi da anni senza successo (pensate alle nostre tasse che se ne vanno perché non accetta il dissenso o una battuta), ha perso l’appello e sono stata assolta. (ringrazio l’avvocato Caterina Malavenda e il precedente Isabella Corlaita)”.

“Mi aveva querelata”

Nel lungo posto condiviso da Selvaggia Lucarelli su Facebook, questa racconta come sarebbero andate reamente le cose con bambara D’Urso affermando: “Mi aveva querelata perché nel vederle fare il suo ingresso a ‘Le invasioni barbariche’ anni fa accolta più che tiepidamente dal pubblico, avevo scritto su Twitter ‘L’applauso del pubblico delle Invasioni alla d’Urso ricordava più o meno quello alla bara di Priebke’. Una battuta, fine. E invece no, lesa maestà. Tribunali. Misurazione del tempo degli applausi!!!”.

Successivamente, Selvaggia Lucarelli spiega anche di esser stata condannata in primo grado e che Barbara D’Urso avesse così scritto comunicati stampa trionfanti “annunciando che con i soldi che avrei dovuto darle avrebbe fatto donazioni. Si era dimenticata di specificare che io non ero stata condannata a darle nulla sull’unghia, ma c’era un appello, sai com’è”, continua la scrittrice. “Ad ogni modo, le motivazioni della sentenza d’appello sono divertenti. I giudici dicono che in effetti, vista la sua notorietà, è stata l’ospite meno applaudito della puntata e che la Bignardi, imbarazzata, ha dovuto chiedere un altro applauso. Aggiungendo che non si capisce come ci possa essere un collegamento tra una SOUBRETTE e un personaggio storico, a parte quello evidente della satira. Nel frattempo un’altra sua querela sempre nei miei confronti è stata archiviata”.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.