sisters_of_the_valley

Cannabis sacra: ecco come due suore coltivano marijuana medica

In un’umile casa con tre camere da letto alla periferia di Merced, in California, vivono due intraprendenti suore con credenze spirituali profondamente radicate che hanno creato un proprio ordine.

Sorella Kate e sorella Darcy coltivano marijuana medica, insieme a tinture e unguenti infusi con cannabinoidi, nella loro cucina e vendendo la merce ai rifornitori in tutti gli Stati.

Dopo averne conosciuto la storia, due fotografi televisivi, Shaughn Crawford e John DuBois, hanno deciso di mettersi in contatto con le suore per raccontare la loro avventura e questo bizzarro interesse.

Un settore in ascesa

I due fotografi documentaristi di Los Angeles hanno contattato le suore a seguito di ricerche online e, dopo una breve chiacchierata con la sorella Darcy, si erano già fatti un’idea di qualcosa di speciale e di una storia da non lasciare non documentata.

Pochi giorni dopo la loro telefonata iniziale, i due si sono ritrovati nella loro dimora a fotografare le suore e le loro piante, spiegano John e Shaughn. “Abbiamo girato l’intera storia in un solo giorno, trascorrendo il nostro tempo a seguirle in giro per casa e a fotografare tutto ciò che fanno regolarmente“.

Il loro obiettivo era quello di documentare il processo di coltivazione della cannabis e la fabbricazione dei suoi prodotti con cannabinoidi; e le immagini delineano una meravigliosa storia di sorellanza e di erba officinale.

Le sorelle Kate e Darcy sono nel settore della cannabis da un po’ di tempo ormai. Sono membri attivi della comunità e promuovono la cannabis per uso medicinale da anni. Ognuna ha responsabilità diverse, ma sono entrambe molto coinvolte nel processo.

Non sono affiliati alla chiesa cattolica, ma si descrivono come spirituali e tendono a parlare parecchio della cannabis, della politica e delle forme di spiritualità, suggerisce John nel descriverle.

Nelle fotografie di John e Shaughn si possono vedere le due sorelle indossare i propri paramenti e creare i loro prodotti a base di cannabis, il tutto coadiuvato dai cicli della luna ed eseguire cerimonie spirituali che coinvolgono la salvia.

Pareri discordanti

Sebbene vi sia ampio sostegno da parte dei locali, c’è ancora una piccola parte della comunità che si pone in opposizione a questo procedimento. Dato che la cannabis “continua ad avvicinarsi sempre più alla legalizzazione, sarà interessante vedere come le suore continueranno ad essere percepite e trattate dalla società“, conclude John.

Della legalizzazione della cannabis si parla già da tempo e, sempre di recente, se ne discutono gli effetti benefici nei trattamenti di alcuni disturbi. Il tutto accompagnato da pareri discordanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *