Canone Rai, con la badante si perde il diritto all’esenzione. Ecco il caso

Torniamo a parlare del canone Rai, annunciando una novità ch sicuramente farà tanto discutere. La badante farebbe perdere il diritto all’esenzione del Canone Rai. E’ questo quanto deciso all’Agenzia delle entrate con la risposta 242 all’interpello di un’anzianità contribuente, applicando la norma dettata dall’articolo 1, comma 132, della legge 244/2007. La norma in questione afferma: «A decorrere dall’anno 2008, per i soggetti di età pari o superiore a settantacinque anni e con un reddito proprio e del coniuge non superiore complessivamente a euro 516,46 per tredici mensilità, senza conviventi, è abolito il pagamento del canone di abbonamento alle radioaudizioni esclusivamente per l’apparecchio televisivo ubicato nel luogo di residenza. Per l’abuso è irrogata una sanzione amministrativa, in aggiunta al canone dovuto e agli interessi di mora, d’importo compreso tra euro 500 ed euro 2.000 per ciascuna annualità evasa».

Sembra che la contribuente, invalida e con un reddito inferiore a 8 mila euro lordi anni, chiedeva se la presenza della badante residente con lei potesse far si che la donna uscisse dai requisiti richiesti. La risposta, sulla base della circolare 46/2010, è stata affermativa. La donna ha però sottolineato come la badante non fosse un coniuge e che aveva un reddito proprio. L‘Agenzia delle Entrate, quindi, ha concluso sostenendo che l’esenzione non spettasse. Ricordiamo che il Canone Rai è un’imposta che lo Stato impone a tutti i consumatori residenti in Italia che usufruiscono di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive. Qualcosa negli anni però è cambiato e soprattutto il metodo di pagamento.

Fino a qualche anno fa, l’imposta si pagava in unica soluzione attraverso bollettino postale, adesso invece l’importo è addebitato sulla bolletta della luce elettrica. Lo Stato avrebbe deciso in tal senso per cercare di contrastare l’evasione, visto che prima moltissimi non pagavano il canone, mentre adesso che è inserito nella bolletta elettrica, non possono sfuggire. Esistono però dei casi in cui si è esenti dal pagamento del Canone Rai ed in questo caso, i consumatori devono recarsi all’edificio più vicino dell’Agenzia delle entrate e richiedere un apposito modulo. Una volta compilato e presentato, non si dovrà più sostenere questa imposta.

Ma chi è esente dal pagamento? I consumatori che hanno un’età pari o superiore ai 70 anni e un reddito che non supera i 6.713,98 Euro; I funzionari o/e gli impiegati consolari; I militari che non hanno una cittadinanza italiana ma fanno parte delle forze armate della NATO; Gli agenti diplomatici; I funzionari di un’organizzazione internazionale.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.