Cavallo finge la sua morte in modo che nessuno possa cavalcarlo

Pubblicato il: 14 Dicembre 2019 alle 12:09

Jingang, un cavallo cinese, ha escogitato un modo divertente per impedire alle persone di cavalcarlo: finge di essere ‘morto’ ogni volta che qualcuno cerca di raggiungerlo. Pertanto, ogni volta che qualcuno cerca di salire in sella, l’animale si getta a terra, rimane fermo e riesce persino a lasciare gli zoccoli in aria e ad allungare la lingua, oltre a tirare fuori la lingua e alza gli occhi al cielo per fingere ancora di più. Insomma, un vero premio Oscar per uno degli spettacoli peggiori.

A volte, è solo necessario che Jingang veda un essere umano che cammina verso di lui, in un ranch della Cina dove vive, in modo che finga una morte improvvisa. Anche se alcune volte riesce a cavarsela, anche Jingang non vince sempre e finisce per soccombere all’umano che vuole cavalcarlo.

Un fenomeno dei social

Dato il suo comportamento sorprendente e divertente, sono stati i suoi stessi proprietari a decidere di registrare immagini dell’animale steso a terra in momenti diversi. Il video è stato visto milioni di volte su Facebook, il social network attraverso il quale è stato condiviso. È così che Jingang è diventato famoso in tutto il mondo e, forse, in questo modo raggiungerà il suo obiettivo: non essere più cavalcato. La clip è già stata vista più di 20 milioni di volte su Facebook e finora ha 635.000 condivisioni.

Dal momento che vive in un ranch, dovrebbe portare persone sulla sua groppa giorno dopo giorno. Un comportamento insolito per un cavallo ma con il quale potremmo sentirci identificati, soprattutto quando abbiamo poca voglia di lavorare.

I cavalli hanno aiutato l’uomo per secoli a svolgere il proprio lavoro sul campo, sia come mezzo di trasporto che di trazione. A loro volta, questi animali si distinguono per la loro forza fisica e fedeltà ai loro proprietari. Tuttavia, tutto sembra indicare che Jingang abbia deciso di uscire dalla norma prestabilita e ribellarsi al sistema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *