Estratta dallo stomaco di una ragazzina con lo stupore dei medici. Ecco cosa aveva fatto per anni

E’ davvero incredibile la storia che stiamo per raccontarvi, che ha come protagonista una ragazzina russa di soli 16 anni, residente in un villaggio nella parte sud-occidentale della Siberia. Sembra che sin da quando era piccola e per ben dieci anni, la ragazzina avrebbe continuato a strapparsi e mangiare i suoi capelli, fino a quando però un giorno non si è sentita male ed i medici hanno dovuto sottoporla ad un intervento d’urgenza per rimuovere la massa di peli dallo stomaco. Nello specifico i medici avrebbero estratto una massa di 15 centimetri di larghezza e pesante oltre mezzo chilo.

La sedicenne pare sia stata operata nei giorni scorsi nell’ospedale cittadino di Tomsk dove era arrivata in condizioni davvero pietose, lamentando dei dolori molto forti all’addome. A dire dal medico, il Dottor Andrey Karavaev, capo dell’equipe medica che ha effettuato l’intervento, la ragazzina avrebbe rischiato tanto, visto che il suo tratto gastrointestinale sarebbe potuto rimanere bloccato dalla massa di peli e questo inevitabilmente l’avrebbe portata alla morte.

La diagnosi

I medici dopo averla visitata attentamente avrebbero scoperto che circa l’80% dello stomaco della 16enne era pieno di capelli. La ragazzina così, come abbiamo già anticipato, è stata sottoposta ad un intervento molto delicato che però è perfettamente riuscito e finalmente le sue condizioni di salute vanno migliorando giorno dopo giorno, anche se dovrà sottoporsi a delle cure psichiatriche. I medici però hanno diagnosticato alla 16enne una patologia, ovvero la cosiddetta tricofagia, che è una rara condizione psichica chiamata anche Sindrome di Rapunzel. Di cosa si tratta?

Tricofagia o Sindrome di Rapunzel

Si tratta di una sindrome che prende il nome da un personaggio dei cartoni animati, dai capelli molto lunghi, creato dalla fantasia dei Fratelli Grimm. In genere questa patologia si manifesta in seguito alla tricotillomania, ovvero un disturbo compulsivo che porta la persona a tirarsi i capelli e di conseguenza poi inghiottirli. Detto più semplicemente, la tricofagia è l’impulso non volontario di mangiarsi i capelli e spesso questi sono mangiati quando sono ancora attaccati alla testa, per poi essere ingoiati. Nella maggior parte dei casi, questi si vanno ad accumulare nel tratto gastrointestinale causando sintomi come indigestione, dolore gastrico oppure si vanno ad organizzare in una struttura solida chiamata tricobezoario. E’ proprio in questi casi che è necessario un intervento chirurgico per rimuovere la massa.Sembra che questa patologia sia sempre più diagnosticata ed i casi sono aumentati a dismisura negli ultimi 25 anni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.