Fattura elettronica in bolletta luce e gas, tutte le novità del 2019

Nei mesi scorsi si è tanto parlato di fattura elettronica obbligatoria, come una misura che sarebbe entrata in vigore a partire dal primo gennaio 2019. Sembra proprio che questa novità abbia investito anche il settore del consumi e nello specifico le bollette della luce e del gas. In che modo? Stando a quanto emerso, sembra che le per le aziende che gestiscono i servizi che sono legati alle utenze, non ci saranno degli adempimenti differenti rispetto a quello a cui dovranno adeguarsi tutte le altre imprese. I clienti che hanno la partita IVA avranno la possibilità di ricevere la fattura elettronica, mentre coloro che non hanno partita IVA non vedranno sostanzialmente cambiare nulla rispetto allo scorso anno. La fattura elettronica ricordiamo che è valida soltanto per gli operatori in ambito e business to business e quindi B2B, così come per quello b2c ovvero business to consumer e i gestori delle utenze domestiche quindi acqua, gas e luce. Questi invieranno a partire quindi da adesso, la fattura elettronica a tutti i clienti che sono titolari di partita IVA, mentre a coloro che ne sono sprovvisti la fattura sarà comunque inviata in formato elettronico quindi via pec e nel caso in cui questa dovesse mancare, l’invio della fattura sarà in modalità cartaceo.

Tutto ciò è stato ufficializzato da una nota informativa che è stata pubblicata da alcune compagnie proprio sull’ultima bolletta, illustrando tutte le novità riguardanti la fatturazione elettronica 2019. In una di queste note si legge: “Dal primo gennaio 2019, riceverai le fatture in formato elettronico; l’obbligo di fattura elettronica introdotta dalla legge di bilancio 2018 vale per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate tra due soggetti IVA È un soggetto IVA è un consumatore finale”.

La comunicazione in questione informa quindi i clienti che sostanzialmente, a partire dal 2019 la fattura verrà inviata in modo differente quindi in formato elettronico attraverso il servizio di interscambio dell’Agenzia delle Entrate sulla base della normativa di riferimento che è stata stabilita sempre dalla stessa agenzia, con un provvedimento ovvero il numero 89757 dello scorso 30 Aprile 2018. In questa si legge nello specifico: “Continuerai comunque a ricevere secondo le consuete modalità, il documento contenente i dati di consumo, la riproduzione dei dati fiscali contenuti nella fattura elettronica e le informazioni previste dalla regolazione vigente”.

Stando a quanto stabilito quindi dalla legge di bilancio, ricapitolando è stato introdotto l’obbligo della fatturazione elettronica e quindi ogni bolletta anche quella della luce e del gas, verrà corrisposta da una fattura che rilasciata in formato elettronico. Quindi ogni cliente che dispone di partita IVA, come abbiamo riferito, riceverà le fatture attraverso il sistema di interscambio, ovvero il cosiddetto SDI dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *