Fiorentina-Inter streaming gratis e diretta tv Serie A, oggi 24 febbraio No Rojadirecta

Questa sera si giocherà il match Fiorentina Inter, valevole per la venticinquesima giornata della Serie A 2018-2019. Il match in programma per domenica 24 febbraio 2019 alle ore 20:30 e andrà in scena proprio allo stadio Artemio Franchi di Firenze. Da una parte,dunque, ci vedrà schierata l’ottava e dall’altra, la terza forza del campionato. La Fiorentina arriva questa partita con 8 risultati utili consecutivi e proprio nell’ultima partita di campionato è riuscita a conquistare i tre punti sul campo della Spal, con un risultato di 4 a 1. La squadra di Pioli arriva quindi al match di questa sera, in un ottimo stato e vorrà conquistare i tre punti per poter cercare di agganciare il sesto posto che al momento è occupato dalla Lazio e dall’Atalanta e che entrambe sono a quota 38 punti. La Fiorentina dopo un inizio di stagione piuttosto titubante, si è rivelata una piacevole sorpresa in questo campionato.

L’Inter invece è reduce da una vittoria del mese di ritorno in Europa League contro il Rapid Vienna, ed ha visto la squadra nerazzurra affermarsi sulla squadra austriaca con un risultato di 4-0. La partita di andata tra Inter e Fiorentina ha visto i  nerazzurri vittoriosi con un risultato di 2 a 1 ed in rete andarono proprio Icardi e D’Ambrosio.

Fiorentina-Inter probabili formazioni

La Fiorentina non potrà contare su Pezzella perché infortunato ed al suo posto giocherà Ceccherini. Simeone dovrebbe ancora andare in panchina, mentre Gerson sarà presente nel tridente offensivo. Per l’Inter, invece, Icardi non è stato convocato e quindi al suo posto giocherà Lautaro Martinez.

FIORENTINA (4-3-2-1): Lafont; Laurini, Milenkovic, Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Fernandes; Chiesa, Gerson; Muriel. All. Pioli

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Martinez. All. Spalletti

Fiorentina-Inter diretta tv e streaming live

Tutti gli appassionati di calcio e nello specifico del campionato di Serie A potranno vedere le partite quest’anno in diretta tv o anche sui dispositivi mobili, sottoscrivendo un abbonamento a Sky o a dazn. Fiorentina Inter la partita valevole per la giornata numero 25 del campionato di Serie A, sarà visibile in TV sulla piattaforma Sky a partire dalle ore 20:30. La partita inoltre sarà anche visibile in streaming per gli abbonati Sky su Sky Go, che permette quindi di vedere i programmi Sky sul pc ed anche sui dispositivi mobili. Sappiamo che esistono tanti siti che trasmettono le partite in streaming, ma nella maggior parte dei casi si tratta di siti pirata che le autorità giudiziarie rimuovono frequentemente. Per poter guardare la partita su Sky, bisognerà sintonizzarsi sui canali Sky sport Serie A numero 202 del satellite 373 del digitale terrestre ed ancora Sky 1 dal canale 201 del satellite.

All’assalto dell’Inter con Cholito Simeone: Stefano Pioli ha deciso. Dopo averlo utilizzato ultimamente in corso d’opera – complice prima di tutto il grande apporto fornito da subito di Luis Muriel – il tecnico viola salvo imprevisti rilancerà questa sera l’attaccante argentino tra i titolari in una Fiorentina che da inizio 2019 ha saputo trasformarsi in un’autentica macchina da gol: ben 21 quelli realizzati nelle ultime 7 partite fra campionato e Coppa Italia, praticamente una media di tre a gara. L’Inter è avvertita.

Ovviamente l’obiettivo è non fermarsi perché mai come adesso, in un momento decisivo della stagione, c’è bisogno di spingere al massimo sfruttando magari pure…l’Effetto Cholismo. Dopo l’exploit in Champions dell’Atletico Madrid mercoledì contro la Juventus saprà beneficiarne anche la Fiorentina? I tifosi incrociano le dita. Sulla panchina spagnola, si sa, siede da tempo Diego Simeone detto il Cholo, il papà del centravanti viola, 7 trofei vinti in 8 anni e un marchio di fabbrica che rende speciale la sua squadra fatta di sudore, ardore, cuore, “garra”. Caratteristiche che appartengono anche a Simeone junior capace di non arrendersi né immalinconirsi alle prime esclusioni bensì di saper reagire come un leone scappato dalla gabbia. Prova ne sono i 4 gol fatti da subentrante dei 7 finora segnati da inizio stagione (più 3 assist e un rigore procurato): contro il Sassuolo e domenica scorsa con la Spal in campionato, una rete magnifica realizzata facendosi palla al piede oltre 60 metri (l’avesse fatta uno di quei giocatori che godono di particolari preferenze mediatiche le iperboli si sarebbero sprecate); una doppietta in Coppa Italia contro la Roma arricchendo ancor più il bottino di una notte magica per Firenze e la Fiorentina, terminata 7-1 e la conquista di una semifinale ormai imminente.

Dunque Simeone scalpita, gasato dall’impresa del padre contro Ronaldo e compagni (impegni permettendo spera di essere a Torino il 12 marzo per tifare all’Allianz Stadium), sollecitato dal proprio mental coach, motivato da questa sfida con l’Inter che aprirà la settimana più importante per i colori viola. «Siamo pronti e carichi» ripete da giorni. Stavolta non ci sarà il duello con il connazionale Icardi che l’anno scorso, al Franchi, elargì forti emozioni, ma gli stimoli non mancheranno comunque. Proprio contro i nerazzurri un anno fa il Cholito fu decisivo con la sua rete al ‘91 che pareggiò quella di Icardi. Un punto strappato con rabbia, all’ultimo respiro. Tornare a giocare dall’inizio sarà per lui una vittoria, la dimostrazione di quanto sostene da tempo Pioli: «Per me Giovanni è un titolare, per le caratteristiche che ha e il contributo che riesce sempre a dare». Oltretutto il centravanti viola sarà animato pure da obiettivi personali: gli manca appena un gol per arrivare a quota 20 in Serie A con la maglia viola in 62 partite e con la rete segnata domenica ha superato il traguardo dei 50 fra club italiani e argentini. Il tutto in una carriera comunque non ancora pienamente decollata anche se la Fiorentina investendoci 18 milioni e blindandolo fino al 2022 ha dimostrato di credere molto in lui considerandolo un punto fermo anche per il futuro. Intanto Simeone si riappropria di una maglia da titolare e con quella cercherà di riconquistare con i compagni un successo che al Franchi, in campionato, manca da oltre due mesi, dal 3-1 sull’Empoli lo scorso 16 dicembre. Quella volta l’argentino scese in campo dal 1’ e insieme a Mirallas e a Dabo andò a segno contribuendo alla vittoria: è stata, quella, la sua ultima rete segnata in A nel proprio stadio. 80 giorni fa. Tanto per chi di mestiere fa l’attaccante, un’eternità per chi ha il “cholismo” nel dna. Anche per questo Simeone scalpita e Pioli, che lo conosce bene, intende gettarlo subito nell’arena.

Con Simeone favorito a tornare titolare in attacco con Chiesa e Gerson l’indiziato numero uno a uscire è Muriel. Sarebbe la prima volta da quando il colombiano è arrivato a Firenze: con lui sempre in campo dal 1′ la Fiorentina in questo 2019 non ha mai perso ottenendo fra campionato e Coppa Italia 4 successi (contro Torino, Chievo e Spal in trasferta e con la Roma in casa) e 3 pareggi (con Samp e Napoli al Franchi e Udinese fuori). Una sorta insomma di amuleto, senza dimenticare i 4 gol finora realizzati (3 in A e uno in coppa. Insomma, Pioli sfida anche la scaramanzia nell’ipotesi di escluderlo inizialmente senza scordare che l’Inter è fra i bersagli preferiti di Muriel, a segno con le maglie di Lecce, Udinese e Samp. Ma è pur vero che fra tre giorni la Fiorentina affronterà la semifinale d’andata di Coppa Italia con l’Atalanta e fin qui il colombiano non si è risparmiato. Di certo il club viola ha già deciso di riscattarlo a giugno sborsando al Sivigia i 14 milioni previsti a dimostrazione di come il buon Luis abbia già conquistato Firenze, al contrario di Pjaca annunciato ancora ai margini.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.