Flavio Insinna mente al pubblico: recita solo una parte

Flavio Insinna torna a far parlare di sé per via del suo impegno nel programma de L’Eredità. Il conduttore fingerebbe per piacere al pubblico? Ecco cosa sta succedendo.

Flavio Insinna e il successo a L’Eredità

Flavio Insinna non ha mai nascosto la sua difficoltà nel dover condurre il game show de L’Eredità. Non si tratta solo del semplice programma in sé, ma quanto al fatto di esser dovuto subentrare a Fabrizio Frizzi, deceduto nel marzo del 2018.

Lo stesso Flavio Insinna al Tv Sorrisi e Canzoni ha spigato di aver accettato l’incarico solo dopo essersi consultato con Carlotta Mantovani che ha subito accolto in modo positivo e felice il passaggio del testimone del programma a cui era molto legato Fabrizio Frizzi. Oggi però ecco che arriva un’amara verità che riguarda Flavio Insinna e il rapporto che questo ha con il pubblico.

Flavio Insinna ammette di fingere con il pubblico

Nel corso delle ultime settimane hanno fatto parecchio discutere le dichiarazioni rilasciate da Flavio Insinna a Tv Sorrisi e Canzoni. Il conduttore parlando dei telespettatori ha dichiarato: “Guardate gli ascolti. Il pubblico di Rai1 mi vuole bene, io mi ammazzo di fatica per piacergli. E fine della fiera. Sono felice, sono un uomo felice, sono un uomo felice”.

Ma il tutto non finisce qui, Flavio Insinna ha anche ammesso di fingere durante la messa in onda delle puntate de L’Eredità, ma il motivo per cui avrebbe deciso di farlo è davvero strabiliante.

“Recito la parte del conduttore”

Flavio Insinna nasce come attore e solo dopo decide di cimentarsi nella conduzione di alcuni programmi, come ad esempio Affari Tuoi o altro. L’Ereditò per lui rappresenta una vera e propria sfida, come ha spiegato lo stesso a Tv Sorrisi e Canzoni: “L’Eredità è di Carlo e di Fabrizio. Il mio camerino è quello di Fabrizio”.

Subito dopo, Flavio Insinna spiega anche come arriva la decisione da parte della Rai di continuare ad affidare a lui la conduzione de L’Eredità: “Che a settembre 2018 avessi la certezza che sarebbe andata bene, no, non posso affermarlo. Non ho neanche la certezza che l’ascolto di domani sia buono, ma è il bello di questo mestiere, altrimenti sai che noia?”. Flavio Insinna successivamente conclude con lo spiegare qual è il suo lavoro e perché ha deciso di mentire al pubblico. In particolar modo il conduttore del game show di Rai 1 ha dichiarato: “Io non sono un conduttore, io sono un attore. A L’Eredità recito la parte del conduttore, fingo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *