Frammenti di plastica nel caffè: capsule compatibili richiamate dal Ministero della Salute

Pubblicato il: 18 Dicembre 2019 alle 12:00

Nei giorni scorsi è scattato un maxi richiamo di capsule difettose per caffè e altre bevande da macchinetta, ordinato dal Ministro della Salute. Il motivo di tale azione è spiegato sul sito del ministero stesso: “Rischio di avere piccole particelle di plastica nella tazza, rilasciate dalla capsula durante il processo di erogazione. Il consumo dei prodotti sotto menzionati potrebbe presentare un rischio per la salute in caso di ingestione di una piccola particella di plastica”. Quindi il consumatore rischia inavvertitamente di ingerire pezzettini di plastica rilasciati durante l’erogazione della bevanda: questo, naturalmente, può creare danni per la salute.

elenco

Nove avvisi di richiamo dal Ministero della Salute

Tra le bevande incriminate non compare solo il caffè, ma anche orzo, gingsen, thè e cioccolata. Il richiamo riguarda le confezioni di capsule compatibili con le macchinette Nescafé Dolce Gusto prodotte da alcune aziende: Conad, Amazon, Meseta, Fortisimo, Palombini, Caffè Consuelo, Caffè Leoni e 101 Caffè srl.

I lotti, oggetto del richiamo, sono stati prodotti dalla Beyers Caffè Italia Srl, nello stabilimento di via Marino Serenari 33H, 40013 Castel Maggiore, in provincia di Bologna. Il ministero invita caldamente i consumatori a controllare se sono in possesso delle capsule interessate: “L’azienda Beyers ci ha comunicato il difetto di fabbricazione delle capsule e abbiamo immediatamente diffuso il richiamo in modo da tutelare la salute dei cittadini. Problemi di questo tipo legati alle capsule del caffè non avvengono spesso, ma è bene segnalare subito il difetto come è stato fatto”. Si invitano i consumatori a consultare il sito ufficiale del Ministero della Salute per le informazioni sui marchi e le bevande richiamati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *