Francesca Pascale e Silvio Berlusconi: “Non è vero che è stato male perchè gli ho chiesto di sposarmi”

Questo matrimonio non s’ha da fare. Parola di Francesca Pascale. La fidanzata di Silvio Berlusconi smentisce la notizia secondo cui la sua richiesta di convolare a nozze avrebbe causato lo scorso agosto un malore al leader di Forza Italia. L’imprenditore, stando a certe fonti, non avrebbe retto alle pressioni dalla compagna durante una cena e proprio per questo sarebbe stato addirittura ricoverato. «Tutto falso», sostiene la Pascale.

Voci di crisi e illazioni di ogni tipo sulla coppia che divide la vita da quasi dieci anni non sono mai mancate, ma stavolta la fidanzata del Cavaliere ha voluto mettere nero su bianco le sue idee riguardo ad amore e vincoli nuziali e lo ha fatto scrivendo una lettera molto personale. In quelle righe Francesca spiega quanto consideri poco importante farsi mettere la fede al dito da Berlusconi. «Per me l’amore è il più nobile dei sentimenti, che non ha necessità di contratti o vincoli religiosi per esistere. Non deve avere barriere o pregiudizi perché l’amore è una cosa seria e le leggi degli uomini spesso non lo sono», ha affermato la Pascale.

Hanno un loro rifugio sicuro

La fidanzata campana del Cavaliere, che nel 2006 aveva fondato il Comitato “Silvio ci manchi” subito dopo la vittoria alle elezioni di Romano Prodi con il centrosinistra, vive a Villa Maria, a pochi chilometri da Arcore, quartier generale di Berlusconi. «Pochi conoscono l’indirizzo e il numero di telefono della villa. È un rifugio sicuro, dove l’accoglienza e la dolcezza di Francesca mi compensano delle fatiche della giornata», aveva rivelato qualche tempo fa il fondatore dell’impero Media- set. AI fianco della fidanzata e con la compagnia dei suoi a- dorati cagnolini, l’imprenditore ha trovato la calma e la serenità che gli servono per continuare a combattere le sue battaglie politiche. Berlusconi, però, ha detto più volte esplicitamente di considerarsi troppo in là con gli anni per il terzo matrimonio.

Vuole solo il calore delle sue braccia

Nel 1985 la prima separazione, quella con Carla Dall’Oglio, mamma di Marina e Pier Silvio. Poi, nel 2009, la separazione dalla seconda moglie, Veronica Lario, che a Berlusconi ha dato Barbara, Eleonora e Luigi. Un addio che ha segnato Silvio, che ora trova molto più rassicurante fare il fidanzato. «Francesca ha principi morali solidi», ha assicurato lui. Silvio non ha mai avuto dubbi sulla buona fede della ragazza, accusata da molti di essere interessata anche al patrimonio. «Pur rispettando il matrimonio come istituzione o scelta individuale, non ritengo che sia tra le condizioni che rendono nobile e autentico il più puro dei sentimenti», ha concluso nella sua lettera la Pascale. Eppure, qualche anno fa, la ragazza dichiarava di sognare l’abito bianco: «Io a Silvio lo chiedo tutti i giorni. Pur di sposarlo sono disposta a rinunciare a tutto, non voglio niente del suo patrimonio. Gliel’ho già detto: “Da te voglio solo il calore delle tue braccia”». Qual è la verità? Forse come tutte le donne innamorate Francesca è disposta a scendere a patti con i desideri del compagno. L’unica cosa certa è che il Cavaliere avrà bisogno della sua donna in questo caldo autunno politico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.