Harry e Meghan, il Principe non vuole che sua moglie faccia la fine di Lady Diana

Sono appena tornati dal royal tour in Sudafrica Un viaggio che in termini di popolarità ha dato i suoi frutti, grazie anche alla presenza di baby Archie, cinque mesi di sorrisi e capelli rossi sulla testolina. Ma un viaggio che, per Harry e Meghan d’Inghilterra, ha segnato un punto di non ritorno. Perché il principe, per la prima volta nella storia della casa reale, si è lasciato andare a un lungo sfogo contro tutti quelli che tengono occhi critici puntati su sua moglie: «Basta, non vi permetterò di distruggere Meghan. Ho già visto cosa succede quando una persona a cui voglio bene è mercificata al punto che non viene più considerata o trattata come una persona vera».

Ovvero messa sotto osservazione e additata e tirata per la giacca (o per l’abito) come se non possedesse sentimenti propri. Harry parla perché sa. Ha vissuto un precedente dolorosissimo, quello della mamma, la principessa Diana. Da bambino l’ha vista essere amata dalla corte con devozione e poi, con la stessa intensità criticata, offesa, trattata come se fosse diventata troppo eccentrica o fuori dalle righe. In un anno e mezzo, dalle nozze regali in poi, ha visto la sua Meghan pericolosamente al centro dei giudizi altrui, non sempre clementi. Eppure… «È la stessa donna che era il giorno del nostro matrimonio. È la stessa persona che avete visto durante il viaggio in Sudafrica». Il richiamo implicito alla mamma è arrivato nel momento in cui in Sudafrica, Harry ne ha raccolto l’eredità in modo più consapevole e chiaro di quanto abbia mai fatto in passato.

Proprio come Diana, in Angola ha camminato tra le mine per ricordare le conseguenze drammatiche che quelle inesplose possono avere per chi ha sfortuna di calpestarle. Ma anche Meghan non è stata da meno: con la sua naturale simpatia – e anche sfoggiando un tocco di arte da attrice che ha perfezionato durante la sua prima vita, quando era la star della serie Suits – si è avvicinata a donne e bambini: e sono stati abbracci e sorrisi, un confronto e uno stimolo continuo a fare di più e meglio. Eppure niente di questo è servito, in patria, a mettere a tacere le critiche verso Meghan. In particolare se la prende con i tabloid inglesi a cui ha dichiarato guerra anche dal punto di vista legale: «Non posso descrivere il male che ci hanno fatto certi articoli. Per qualcuno nei media questo è un gioco, ma è un gioco che ha un costo umano».

E sicuramente Harry avrà pensato a mamma Diana assieme al fidanzato Dodi al-Fayed inseguita in auto dai paparazzi fino all’interno del tunnel dell’Alma a Parigi. Chissà se le sue parole avranno un effetto. Di certo Meghan ha una personalità che divide: chi la ama e chi è molto più tiepido. Ma tutti le riconoscono forza e ostinazione. E chi la apprezza, ne ha già replicato lo stile, come per gli abiti che ha sfoggiato in Sudafrica. E li ha sfoggiati assieme al suo fisico morbido da neo mamma. Solo orgoglio e nessun desiderio di rientrare subito nella propria taglia come la cognata Kate. Finalmente. Come una qualunque donna.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.